Riding the snake – Testament

Riding the snake (Cavalcando il serpente) è la traccia numero otto dell’ottavo album dei Testament, The Gathering, pubblicato l’8 giugno del 1999.

Formazione Testament (1999)

  • Chuck Billy – voce
  • Eric Peterson – chitarra
  • James Murphy – chitarra
  • Steve DiGiorgio – basso
  • Dave Lombardo – batteria

Traduzione Riding the snake – Testament

Testo tradotto di Riding the snake (Billy, Peterson) dei Testament [Spitfire]

Riding the snake

Caged… and riding the snake
Straight down from the night
True love for the fix
and she never been able
one minute
to kick back the feelings enticed
and you know it’s never the same
Venomous poison constricting your life

Life… enough of the taste
Sweet demonic night
Raised up on her legs
Everytime you encounter the demon
Your future forever forever is lost
While riding the snake
who suffers the loss

Is there no shame
Is life so bad without you…
So far away
and I still can’t fight you!!!

Climb… straight into the veins
Ran into the cell
Straight up to the snake
and it never will ever be

Hiding from futures
of innocence lost
Will we ever escape
the clinch of the jaws

Drowning in pools filled with lies
Filled in with pain
Watch how the serpent survives…
Simmering hate!!!

Caged… and riding the snake
Love loss for the fix
bit down on the snake
Fates sending her back
No place to go
She will never change her ways
Spent to many nights
and can not take
raw emotions from others

Drowning in pools filled with lies
Condemned in pain
Watch how the serpent survives…
Simmering hate!!!

Cavalcando il serpente

Sono intrappolato… e cavalco il serpente
Diritto nella notte
Amo veramente le difficoltà
E lei non è mai stata capace
Neanche per un minuto
A buttare via le sensazioni che la allettavano
E sai che non è mai più la stessa cosa
E’ come un tremendo veleno che afferra la tua vita

La vita… ha un buon sapore
Una dolce notte demoniaca
E’ stata innalzata sulle sue gambe
Ogni volta che incontri il demone
Il tuo futuro è perso, è perso per sempre
Mentre cavalchi il serpente
Che soffre la sconfitta

Non c’è vergogna
La vita è così brutta senza di te…
Sei così lontano
E ancora non riesco a combatterti!!!

Mi arrampico… nelle vene
Corro dentro la cella
Mi dirigo verso il serpente
E non sarà mai più così

Mi nascondo dal futuro
Della mia persa innocenza
Scapperemo mai
Dalla presa delle mascelle?

Anneghiamo in pozze piene di bugie
Ma che invece vanno riempite con il dolore
Guarda come il serpente sopravvive…
Con il suo odio latente!!!

Sono intrappolato… e sto cavalcando il serpente
Mi manca il mio amore per le difficoltà
Mordo il serpente
Il destino la rimanda indietro
Non ha posto dove andare
Lei non cambierà mai le sue vedute
Ha passato così tante vite
E non riesce a sopportare
Le ruvide emozioni degli altri

Anneghiamo in pozze piene di bugie
Ma che invece vanno riempite con il dolore
Guarda come il serpente sopravvive…
Con il suo odio latente!!!

Tags: - 165 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .