Wild one – Dio

Wild one (Il selvaggio) è la traccia che apre il quinto album dei Dio, Lock Up The Wolves pubblicato il 15 maggio del 1990.

Formazione Dio (1990)

  • Ronnie James Dio – voce
  • Rowan Robertson – chitarra
  • Teddy Cook – basso
  • Simon Wright – batteria
  • Jens Johansson – tastiere

Traduzione Wild one – Dio

Testo tradotto di Wild one (Dio, Robertson) dei Dio [Reprise]

Wild one

You say you’ve never seen the light before
Does anyone believe you
Don’t let them hear you say anymore
Nothing’s really safe around here

We are an imitation of the crown
We never turn the pages
They cannot let your
spirit touch the ground
And nothing’s gonna change around here, no

Crack in the ceiling
Hole in the wall
They bend you over
But you won’t crawl away

You’ve got two in the bushes
One in the hand
They’d make you over
But they can’t understand you
You’re always gonna be the wild one

Pretend that all you really feel is pain
Just hide behind some sorrow
How sad
But you’d do it all again
(I guess that) Nobody changes ‘round here

Cat in the cradle
Man in the moon
They’d make you over
But it’s too soon to know, no

Smoke in the kitchen
Fire in the hall
The train is coming
And you can hear it calling
You’re always gonna be the wild one

Crack in the ceiling
Hole in the wall
They bend you over
But you won’t crawl away

You’ve got two in the bushes
One in the hand
They’d make you over
But they can’t understand you
You’re always gonna be the wild one

Il selvaggio

Tu dici che non hai mai visto la luce prima
Qualcuno ti crede?
Non lasciarli più sentire quello che dici
Niente è davvero al sicuro qui intorno

Noi siamo una imitazione della corona
Non abbiamo mai girato le pagine
Loro non possono lasciare che
il tuo spirito tocchi terra
e niente cambierà quà intorno, no!

Una crepa nel soffitto
Un buco nel muro
Loro ti piegano
ma tu non striscerai via

Hai grandi possibilità ma incerte
e una sicura in mano
Potrebbero cambiarti
ma non potranno capirti
Tu sarai sempre quello selvaggio

Fingi che tutto quello che senti davvero è dolore
Basta nascondersi dietro un po’ di dolore
Che triste
ma tu faresti tutto di nuovo
(credo che) nessuno cambi qui attorno

Il gatto nella culla
L’uomo sulla luna
Potrebbero cambiarti
ma è troppo presto per saperlo, no

Fumo in cucina
Fuoco nel salone
Il treno sta arrivando
e puoi sentirlo chiamare
Tu sarai sempre quello selvaggio

Una crepa nel soffitto
Un buco nel muro
Loro ti piegano
ma tu non striscerai via

Hai grandi possibilità ma incerte
e una sicura in mano
Potrebbero cambiarti
ma non potranno capirti
Tu sarai sempre quello selvaggio

Tags: - 115 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .