Death and resurrection of a northern son – Bathory

Death and resurrection of a northern son (Morte e resurrezione di un figlio del nord) è la traccia numero sei del dodicesimo album dei Bathory, Nordland II, pubblicato il 31 marzo del 2003.

Formazione (2003)

  • Quorthon – voce, chitarra, basso, batteria

Traduzione Death and resurrection of a northern son – Bathory

Testo tradotto di Death and resurrection of a northern son (Quorthon) dei Bathory [Black Mark]

Death and resurrection
of a northern son

Here I am, enemies, come
and taste the steel of my sword
the earth was still young and the land
all new when it was forged
ore of the mountain towering
towards endless sky
the runes down its blade the last thing
you will see before you die

In the spring we sailed from Asa Bay
with wind and tide
twenty-nine in all we were:
bloodbrothers side by side
down foreign coasts, across the ocean,
wind would fill our sail
high adventures, better to fall by the sword
than to die from age or ail

The emperor I served in Miklagard
grand guard was I
me and my brothers in gold were paid
on my sword I did rely
returning to Nordland by horse
ambushed were we
and so here I am , come enemies
cornered with my back to the sea

The ground beneath our feet all red
awash with human blood
severed limbs and bodies dead,
prepare to meet thy God
shoulder by shoulder, knee by knee,
bloodbrothers by my side
forgive me mother for missing the unseen
blow that cut me down from behind

All still , no more pain,
the wind whispering my name
this wound my last,
the darkness around me seems vast
Then a bright light I see,
the clouds swirl and part before me
in the distance a woman approaching,
with a gesture she invites me to proceed

Then a bronze horn I hear, it calls me,
and the bridge seems to stretch for a lifetime
way before me a palace is rising,
out of the mist, like a mountain it stands
And it greets me with gates open wide,
all around me bloodbrothers by my side
and they show me the seat
that bears my name,
my place at the table of Oden I do claim

Morte e resurrezione
di un figlio del nord

Eccomi qui, nemici, venite e
assaggiate l’acciaio della mia spada
La Terra era ancora giovane e il terreno
tutto nuovo quando fu forgiato
Minerale della montagna che torregia
verso il cielo infinito
Le rune sulla sua lama, l’ultima cosa
che vedrete prima di morire

In primavera Salpammo dalla Baia di Asa
con il vento e la marea
Eravamo ventinove in tutto,
fratelli di sangue fianco a fianco
Lungo le coste straniere, attraverso l’oceano,
il vento gonfia a le nostre vele
Grandi avventure, meglio cadere sotto la spada
che morire con l’età o con la malattia

L’imperatore che ho servito in Miklagard,
fui il grande guardiano
Io e i miei fratelli in oro fummo pagati,
sulla mia spada faccio affidamento
Ritornando nella Terra del Nord a cavallo,
fummo colti in un’imboscata
E quindi eccomi qui, venite avanti nemici,
messo all’angolo con le spalle verso il mare

La terra benedice i nostri piedi tutti rossi,
bagnati dal sangue umano
Membra mozzate e corpi morti,
preparatevi a incontrare il vostro Dio
Spalla a spalla, ginocchio a ginocchio,
fratelli di sangue al mio fianco
Perdonami madre per non aver visto colui
che mi ha colpito da dietro

Tutto è immobile, nessun dolore,
il vento sta sussurrando il mio nome
Questa ferita, la mia ultima,
l’oscurità intorno a me sembra immensa
Poi una luce chiara vedo,
le nuvole turbinano e si dividono prima di me
Da lontano una donna si sta avvicinando,
con un gesto mi invita a procedere

Poi ascolto un corno di bronzo, che mi chiama
e il ponte pare di estendersi per tutta la vita
Sulla via davanti a me, un palazzo si sta alzando,
fuori dalla nebbia, come una montagna si eleva
E mi saluta con i cancelli spalancati, tutto intorno
a me, i miei fratelli di sangue al mio fianco
E loro mi mostrano il posto a sedere
che porta il mio nome,
il mio posto al tavolo di Odino, lo reclamo

* traduzione inviata da Maneihdag

Tags: - Visto 29 volte

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un sito fatto col ♥ per amore del metal e hard rock! I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Si consiglia di utilizzare Firefox o Chrome. .