Disgraceland – Alice Cooper

Disgraceland (Disgrazialandia) è la traccia numero sette del ventiduesimo album di Alice Cooper, Dragontown, pubblicato il 18 settembre del 2001.

Formazione (2001)

  • Alice Cooper – voce, armonica
  • Ryan Roxie – chitarra
  • Tim Pierce – chitarra
  • Greg Smith – basso
  • Kenny Aronoff – batteria
  • Bob Marlette – tastiere

Traduzione Disgraceland – Alice Cooper

Testo tradotto di Disgraceland (Cooper, Marlette) di Alice Cooper [Spitfire]

Disgraceland

I wanna tell you a story
It happened long ago
About a redneck boy
Down from tupelo
I got the slick black hair
I played a rock guitar
I liked to shake my hips, man
Then i went too far

He ate his weight in country ham,
Killed on pills
and woke in disgraceland
Dis-Grace-Land
Dis-Grace-Land
Dis-Grace-Land

I had a lot of girls
I had a lot of guns
When they found me dead
The whole world was stunned
Went to the pearly gates
Said, “I’m the hippest thing”
And Peter said “Well son,
We already got ourselves a king”

He lived on southern deep-fried spam,
Killed on pills
and woke in disgraceland
Dis-Grace-Land
Dis-Grace-Land
Dis-Grace-Land

He finished his short life,
Sweaty and bloated and stoned
(A-Hey-Hey)
He ruled his domain
and he died on the throne
No “Yes-Men”, no colonel,
he went… all alone…

(Hey, man, that looks like me
down there on the floor)

I heard the devil cry
Real loud and clear
“You were the big man, there
You’re just a sideman here
Well, I know your face
And I’ve heard your name
Looks like heaven’s loss
Is gonna be my gain”
(I’ve got plans for you, man)

He ate his weight in country ham
Killed on pills
and woke in disgraceland
Dis-Grace-Land
Dis-Grace-Land
Dis-Grace-Land
Dis-Grace-Land
Dis-Grace-Land

Well, I woke up, right here
In dis-grace-land

Thank ya. Thank ya very much

Disgrazialandia

Voglio raccontarti una storia
É accaduto tanto tempo fa
Ad un ragazzo di campagna
Nelle zone di Tupelo
Avevo dei capelli neri come il petrolio
Suonavo la chitarra
Mi piaceva scuotere i fianchi, amico
Poi sono andato oltre

Ho mangiato il suo peso nel paese del prosciutto
Ucciso dalle pasticche
e risvegliato a Disgrazialandiaia
Dis-Grazia-Landia
Dis-Grazia-Landia
Dis-Grazia-Landia

Ho avuto tante ragazze
Ma anche tante pistole
Quando mi trovarono morto
Il mondo intero è rimasto pietrificato
Raggiungevo i cancelli perlati
Dissi: “Sono la cosa più alla moda” e
Pietro mi rispose:”Beh, ragazzo,
Ci siamo già trovati un re”

Ha vissuto nell’affettato più fritto del sud,
Ucciso dalle pasticche
e risvegliato a Disgrazialandiaia
Dis-Grazia-Landia
Dis-Grazia-Landia
Dis-Grazia-Landia

Ha finito la sua breve vita,
Sudata, gonfia e pietrificata
(A-Hey-Hey)
Ha regnato il suo dominio
ed è morto sul suo trono
Basta “Sissignore”, basta colonnello,
se ne andato… tutto solo…

(Ehi, amico, sembro proprio io
quello sdraiato per terra)

Ho sentito il diavolo piangere
Davvero forte e chiaro
“Eri un grande lì,
Adesso sei solo un turnista.
Beh, conosco la tua faccia e
Ho sentito il tuo nome.
Sembra che la perdita del paradiso
Sia diventato un mio guadagno!”
(Ho piani per te, amico)

Ho mangiato il suo peso nel paese del prosciutto
Ucciso dalle pasticche
e risvegliato a Disgrazialandiaia
Dis-Grazia-Landia
Dis-Grazia-Landia
Dis-Grazia-Landia
Dis-Grazia-Landia
Dis-Grazia-Landia

Già, mi sono svegliato, proprio qua
A Disgrazialandiaia

Grazie mille. Grazie infinite

* traduzione inviata da El Dalla

Tags: - Visto 123 volte

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un sito fatto col ♥ per amore del metal e hard rock! I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Si consiglia di utilizzare Firefox o Chrome. .