Satellites and astronauts – In Flames

Satellites and astronauts (Satelliti ed astronauti) è la traccia numero sette del quinto album degli In Flames, Clayman pubblicato il 3 luglio del 2000.

Formazione In Flames (2000)

  • Anders Fridén – voce
  • Björn Gelotte – chitarra
  • Jesper Strömblad – chitarra
  • Peter Iwers – basso
  • Daniel Svensson – batteria

Traduzione Satellites and astronauts – In Flames

Testo tradotto di Satellites and astronauts (Fridén, Gelotte, Strömblad) degli In Flames [Nuclear Blast]

Satellites and astronauts

Since the day of my departure
I’ve been stumbling through reality
I play my symphony in reverse
In search for that special path

Be gentle to the tear in this I
Lonesome arms, lost its wings again

Buy me a trip to the moon
So I can laugh at my mistakes
I can see the end from here
From this perspective it looks kind of silly
Satellites and astronauts
Tell me there are greater things ahead

Make me feel like a man
A silent cry from the middle of hell
I – the irony – I promise, I’ll be mature
So please, invite me
to your shelter again

Been hiding
since I heard “never”
Take me back to yesterday,
I need to grow

Buy me a trip to the moon
So I can laugh at my mistakes
I can see the end from here
From this perspective it looks kind of silly
Satellites and astronauts
Tell me there are greater things ahead

Buy me a trip to the moon
So I can laugh at my mistakes
I can see the end from here
From this perspective it looks kind of silly
Satellites and astronauts
Tell me there are greater things ahead

Steal my mask and make me pay
I need a new skin
I’m going insane

Satelliti ed astronauti

Sin dal giorno della mia dipartita
Ho continuato ad inciampare nella realtà
Suono al contrario la mia sinfonia
Cercando quel sentiero speciale

Sono gentile con la lacrima del mio “io”
Ho solo le braccia, ho perso di nuovo le ali

Regalami un viaggio verso la luna
Così potrò ridere dei miei errori
Da qua riesco a vedere la fine
Da questa prospettiva tutto sembra stupido
Satelliti ed astronauti
Ditemi, mi aspettano cose migliori?

“Fatemi sentire un uomo”
Un urlo solitario dal centro dell’inferno
Io – l’ironia – prometto che sarò matura
Quindi, ti prego, invitami ancora
dentro la tua corazza

Mi sto nascondendo
sin da quando ho sentito la parola “mai”
Riportatemi indietro fino a ieri,
ho bisogno di crescere

Regalami un viaggio verso la luna
Così potrò ridere dei miei errori
Da qua riesco a vedere la fine
Da questa prospettiva tutto sembra stupido
Satelliti ed astronauti
Ditemi, mi aspettano cose migliori?

Regalami un viaggio verso la luna
Così potrò ridere dei miei errori
Da qua riesco a vedere la fine
Da questa prospettiva tutto sembra stupido
Satelliti ed astronauti
Ditemi, mi aspettano cose migliori?

Ruba la mia maschera e fammela pagare
Mi serve una nuova pelle
Sto impazzendo

Tags: - 386 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .