A fleeting glance – Opeth

A fleeting glance (Uno sguardo fugace) è la traccia numero nove del dodicesimo album degli Opeth, Sorceress, pubblicato il 30 settembre del 2016.

Formazione Opeth (2016)

  • Mikael Åkerfeldt – voce, chitarra
  • Fredrik Åkesson – chitarra
  • Martin Mendez – basso
  • Martin Axenrot – batteria
  • Joakim Svalberg – tastiere

Traduzione A fleeting glance – Opeth

Testo tradotto di A fleeting glance (Åkerfeldt) degli Opeth [Nuclear Blast]

A fleeting glance

Up until recently I have been alone
Leading a tranquil life but never at home
Something had changed
and I turned to the wind
That blew through me and told me,
“How long? How long?”

Silenced the voice
of my heart now for years
I was perplexed by a fleeting blank stare
Biding my time until courage
had build up inside me
Then came clean, “Or am I wrong”

I spend all my days
contemplating my will
For the weak shall inherit
the earth when it’s still
A government bid for my life
I was sold as a cog in a machine,
“I walk the line”

A fleeting glance again
tells me everything
Took a chance in vain,
drown to a futile idea
A pursuit of happiness
as the storm rolls in
An idol of helplessness,
paved the way and then gave in

I met with my mother
and I asked her why
For ten years so more she would never reply
Suddenly she said
we are all born to die
Gave me purpose, freed me,
“How simple it can be”

But it’s fading away from my mind
There’s another “me” waiting behind

But it’s fading away from my mind
There’s another “me” waiting behind

Uno sguardo fugace

Fino a poco tempo sono stato da solo
Vivevo una vita tranquilla, ma mai a casa.
Qualcosa è cambiato
e mi sono girato verso il vento
che mi soffiava attraverso e mi diceva:
“Per quanto tempo? Per quanto tempo?”

Ho messo a tacere per anni
la voce del mio cuore
Ero perplesso da un fugace sguardo vuoto
Aspettando il momento finché
il coraggio cresceva dentro di me.
Poi mi fu chiaro. “O mi sbaglio?”

Ho passato tutti i miei giorni
a contemplare la mia volontà
Perché il debole erediterà
la terra quando è ferma
Un offerta di controllo della mia vita
Venduto come l’ingranaggio di un macchinario
“Sono sul filo del rasoio”

Uno sguardo fugace ancora
una volta mi dice tutto.
Ho avuto la mia occasione vana.
Sono affondato in un’idea inutile.
La ricerca della felicità
mentre la tempesta infuria.
Un idolo alla impotenza
che ha lastricato il sentiero e poi ha rinunciato.

Ho incontrato mia madre
e le ho chiesto perché
Per dieci anni e più non mi ha mai risposto. Improvvisamente ha detto
che tutti siamo nati per morire.
Dammi uno scopo. Dammi la libertà.
“Quanto può essere semplice?”

Ma sta svanendo dalla mia mente.
C’è un altro me che aspetta nascosto

Ma sta svanendo dalla mia mente.
C’è un altro me che aspetta nascosto

Opeth - SorceressLe traduzioni di Sorceress

01.Persephone • 02.Sorceress • 03.The Wilde flowers • 04.Will o the wisp • 05.Chrysalis • 06.Sorceress 2 • 07.The seventh sojourn • 08.Strange brew • 09.A fleeting glance • 10.Era • 11.Persephone (slight return)

Tags: - Visto 184 volte

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un sito fatto col ♥ per amore del metal e hard rock! I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Si consiglia di utilizzare Firefox o Chrome. .