Chrysalis – Opeth

Chrysalis (Crisalide) è la traccia numero cinque del dodicesimo album degli Opeth, Sorceress, pubblicato il 30 settembre del 2016.

Formazione Opeth (2016)

  • Mikael Åkerfeldt – voce, chitarra
  • Fredrik Åkesson – chitarra
  • Martin Mendez – basso
  • Martin Axenrot – batteria
  • Joakim Svalberg – tastiere

Traduzione Chrysalis – Opeth

Testo tradotto di Chrysalis (Åkerfeldt) degli Opeth [Nuclear Blast]

Chrysalis

And on the furthest day when you lay down
Discard your disarray and your rusted crown
And face the wretched image of you and I
No trust in what you say,
you are a dead poison seed
Stronger when you are away,
you have nothing that I need
The rhyme has settled in the ghost of a sigh
Nothing now remains, now you will leave me be

Sunrise into the moonlight
A broken body lies in wait
Your prize won you the stark night
And you made peace with your fate
Blind eyes sensitive only to white light
Reacting just a bit too late

Preying on insecurity,
a design of your schemes
A true believer of purity
must tend to what it means
Or allow its gospel to turn into a lie
You forsake everything
you feel in favor of despair
Immune and blind to everything
that is real in your secret lair
And cast away the captive heart that was thine

And you will go and leave me be

Winter in your soul,
building a wasteland
And you tread a thin ice ‘neath your feet
Sneering, and everyone you would shun
Collecting flowers to your wreath
Lifeline, a river cuts
deep in your cold hand
It is changing when you try to breathe

Leave it all behind you,
there is comfort in giving up
A seed in a barren soil
might curl up into a coil
Flourish into something new
Give back what you thought was “you”
And give way to all that is new

Leave it all behind you…

Crisalide

Il giorno più lontano possibili quando morirai
Butterai via il tuo caos e la tua corona arrugginita
e affronterai la misera immagine di te e me
Nessuna fiducia in quello che dici
tu sei un seme dal veleno mortale
Più forte quando sei lontano
non hai niente di cui ho bisogno
La rima è fissata nell’ombra di un sospiro
Nulla ora rimane, ora mi lascerai essere

Il sorgere del sole nella luce della luna
Un corpo spezzato in agguato
Il tuo premio che ha vinto la notte desolata
e tu hai fatto pace con il tuo destino
Occhi ciechi sensibili solo alla luce bianca
Reagiscono solo un po’ in ritardo

Depredando sull’insicurezza,
un disegno dei tuoi schemi
Un vero credente della purezza
deve tendere a quello che significa
o permettere che la sua verità diventi una bugia
Tu abbandoni ogni cosa
che senti in favore della disperazione
Immune e cieco ad ogni cosa
che è reale nella tua tana segreta
e getti via il cuore prigioniero che era tuo

E tu andrai e mi lascerai essere

L’inverno nella tua anima
costruendo una landa desolata
e tu calpesti il ghiaccio sottile sotto i tuoi piedi
Beffardo,i vorresti evitare tutti
Raccogliendo fiori per la tua ghirlanda
Ancora di salvezza, un fiume incide
in profondità nella tua mano fredda
Sta cambiando quando cerchi di respirare

Lascia tutto alla tue spalle
c’è la comodità di rinunciare
un seme in un terreno sterile
potrebbe accartocciarsi a spirale
Prosperare in qualcosa di nuovo
Restituire quello che pensavi fosse “tuo”
e dare la precedenza a tutto ciò che è nuovo

Lascia tutto dietro di te…

Tags: - 89 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .