One-eyed old man – Bathory

One-eyed old man (L’anziano con un occhio solo) è la traccia numero quattro del nono album dei Bathory, Blood on Ice, pubblicato il 27 maggio del 1996.

Formazione Bathory (1996)

  • Quorthon – voce, chitarra
  • Kothaar – basso
  • Vvornth – batteria

Traduzione One-eyed old man – Bathory

Testo tradotto di One-eyed old man (Quorthon) dei Bathory [Black Mark Production]

One-eyed old man

O ye one eyed old man., You who see it all.
You who see the past and all to be
Say, ye one eyed old man.
For I need to know.
Tell me which path fate has chosen for me.

Say does the Northstar
still shine on me.
Say will I set my loved ones free.

O ye one eyed old man.
Of ye our elders told.
You have been since land
and sky was one.
And if you really know all that will be, tell me,
what the future wants
with this young no-one’s son.

Say does the Northstar
still shine on me
What do you see in store for me….

Questions, questions. Many you ask.
About the future and some of the past.
Few have seen what I see.
Fewer still will ever know.
I gave an eye to see better.
And your thirst for knowledge grows.

But you, my child,
who treads the road of pain.
Who have felt such anger.
Such that bears no name,
Thee shall I nurse as if you were my own son.
And this very night your training
will already have begun.

For I have seen you come
for a thousand years or so.
And the gods have told me to teach you
all that I possess and know
And though my eye no longer sees
my hand held out in front of me,
I still gaze crystal clear at all
that mortal man cannot see.

And I see you riding up
on a stallion as white as snow.
With the speed of the winds
and endurance untold.
And you wield a sword of steel
forged in fire and ice.
And the cry of a warrior you sound
and victory is in your eyes.
Hear me my son, for you are the chosen one….

An icy cave in a mountain…
Bright morning…

L’anziano con un occhio solo

O vecchio con un occhio solo, tu che vedi tutto
Tu che vedi il passato e tutto ciò che sarà
Dimmi, vecchio con un occhio solo,
perché ho bisogno di saperlo
Dimmi quale strada il destino ha scelto per me

Dimmi, la stella del nord
continua a splendere su di me?
Dimmi, libererò coloro a cui voglio bene?

O anziano con un occhio solo,
i nostri anziani ci raccontavano di te
Esisti sin da quando il cielo
e la terra erano una cosa sola
E se sai davvero ciò che succederà, dimmi
Cosa vuole il futuro
da questo giovane figlio di nessuno?

Dimmi, la stella del nord
continua a splendere su di me?
Cosa c’è in serbo per me…?

Domande, domande. Ne fai molte.
Sul futuro e alcune sul passato
Pochi hanno visto quello che vedo io
e ancora meno sapranno ciò che so
Ho dato un occhio per vedere meglio
E la tua sete di conoscenza cresce

Ma tu, figlio mia,
che percorri la strada del dolore.
Che hai provato una rabbia così intensa
da non poter essere descritta
Ti accudirò come se fossi mio figlio
E stanotte il tuo addestramento
è già cominciato

Perché ti ho visto arrivare
sin da mille anni fa
E gli Dei mi hanno detto di insegnarti
tutte le conoscenze che possiedo
E anche se il mio occhio ormai non vede più
la mano che ti sto porgendo
Continuo a vedere chiaramente tutto ciò
che l’uomo mortale non riesce a vedere

E ti vedo cavalcare
su uno stallone bianco come la neve
Veloce come il vento
e con una resistenza incredibile
E sguaini nel vento una spada d’acciaio
forgiata nel fuoco e nel ghiaccio
Fai un urlo da guerriero,
e c’è la vittoria nei tuoi occhi
Ascoltami, figlio mio, perché sei il prescelto…

In una caverna nel ghiacciaio di una montagna…
Nel primo mattino…

Cosa ne pensi?
[Totale: 0 Media: 0]

Ti potrebbero piacere anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *