Dogs – Motörhead

Dogs (Cani) è la traccia numero sette dell’ottavo album dei Motörhead, Rock’n’Roll, pubblicato il 5 settembre del 1987.

Formazione Motörhead (1987)

  • Lemmy Kilmister – basso, voce
  • Phil Campbell – chitarra
  • Würzel – chitarra
  • Philthy Animal Taylor – batteria

Traduzione Dogs – Motörhead

Testo tradotto di Dogs (Kilmister, Burston, Campbell, Taylor) dei Motörhead [GWR]

Dogs

Here we are in confusion
Could be it’s all an illusion
Who knows the times to come
The years to face, the race to run
We believe in graven image
We believe in the fight to the finish
We desire the almighty dollar
The pound of flesh, the golden collar
Lick the hand,
we give our land to dogs

Here we are in the years
The blood, the sweat, the tears
Have made us bondage slaves
In a world that we never made,
The politicians lick our bones,
The tacticians, hearts of stone
They turn us against our brothers
Make us fight and kill each other
Locked in lust
we put our trust in dogs

Here we are again,
The dead still look the same
Who cares they’re soon forgotten
Nobody loves corpse that’s rotten
Your fathers, mothers, daughters, sons
Have been taken by the chosen ones
But don’t forget you made the choise,
You made your mark, you raised your voice,
They’re all the same, you’re all to blame
You’re dogs

Cani

Eccoci qui nella confusione
Potrebbere essere tutta una illusione
Chi conosce il futuro
gli anni da affrontare, le gara da correre
Crediamo nelle icone
Crediamo nella battaglia fino alla fine
Desideriamo il dollaro onnipotente
La libbra di carne, il collare d’oro
Lecchiamo la mano, c
onsegniamo la nostra terra ai cani

Eccoci qui negli anni
Il sangue, il sudore, le lacrime
Ci hanno resi schiavi
In un mondo che non abbiamo costruito
I politici ci leccano le ossa
Gli strateghi, cuori di pietra
Ci mettono contro ai nostri fratelli
Ci fanno combattere gli uni contro gli altri
Inchiodati alla nostra brama
ci siamo affidati a cani

Eccoci di nuovo
I morti sembrano uguali
A chi interessa, presto saranno dimenticati
Nessuno ama un cadavere decomposto
I nostri padri, madri, figlie e figli
Sono stati presi dai prescelti
Ma non scordate che avete fatto una scelta
Avete fatto un segno, alzato la voce
Sono tutti uguali, e voi tutti da condannare
Siete cani

Tags: - 206 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .