Into the black – Fates Warning

Into the black (Nell’oscurità) è la traccia numero sette dell’undicesimo album dei Fates Warning, Darkness in a Different Light, pubblicato il 30 settembre del 2013.

Formazione Fates Warning (2013)

  • Ray Alder – voce
  • Jim Matheos – chitarra
  • Frank Aresti – chitarra
  • Joey Vera – basso
  • Bobby Jarzombek – batteria

Traduzione Into the black – Fates Warning

Testo tradotto di Into the black (Matheos, Alder) dei Fates Warning [Inside Out]

Into the black

Night is fallen above me
Fallen (Fallen)
And I cling to hope and fate
Lingering passions calling
(Calling)
Now it seems they cannot wait

As I wander into the black
Far beyond far
I’m never coming back
Forgive me
My darkness, for living in light
No more shadows to hide behind

Time, a whispering frail lie
Falling (Falling)
On my deaf ears constantly
Somehow I feel that longing
(Longing)
To hold near what I can’t see

As I wander into the black
Far beyond far
I’m never coming back
Forgive me
My darkness, for living in light
No more shadows…

This can’t be
All that’s left now
Light has turned its back on me
The hourglass is out of sand
Too late to reach out my hand

This can’t be
All that’s left now
Light has turned its back on me
The hourglass is out of sand
Too late to reach out my hand

As I wander into the black
Far beyond far
I’m never coming back
Forgive me
My darkness, for living in light
No more shadows to hide behind
No more shadows to hide behind, no!

Nell’oscurità

Scesa è la notte su di me
Scesa (Scesa)
Ed io m’aggrappo alla speranza ed al fato
Una persistente passione che mi chiama
(Che chiama)
Ora pare ch’essi non possano attender

Com’io vago nell’oscurità
Sempre più lontano
Mai faccio marcia indietro
Perdonami
O mia tenebra, per viver al cospetto della luce
Non vi son più ombre da celar alle spalle

Tempo, una fragile sussurrante menzogna
Precipita (Precipita)
Sulle mie orecchie costantemente sorde
In qualche modo percepisco che bramo
(Bramo)
Stringermi stretto ciò che non posso vedere

Com’io vago nell’oscurità
Sempre più lontano
Mai faccio marcia indietro
Perdonami
O mia tenebra, per viver al cospetto della luce
Non vi son più ombre

Ciò non può esser
Tutto quello ch’ora è rimasto
La luce m’ha voltato le spalle
La clessidra ha terminato ogni granello si sabbia
Ѐ troppo tardi per raggiunger la mia mano

Ciò non può esser
Tutto quello ch’ora è rimasto
La luce m’ha voltato le spalle
La clessidra ha terminato ogni granello di sabbia
Ѐ troppo tardi per raggiunger la mia mano

Com’io vago nell’oscurità
Sempre più lontano
Mai faccio marcia indietro
Perdonami
O mia tenebra, per viver al cospetto della luce
Non vi son più ombre da celar alle spalle
Non vi son più ombre da celar alle spalle, no!

* traduzione inviata da Stefano Quizz

Tags: - 53 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .