Last navigator – White Skull

Last navigator (L’ultimo navigatore) è la traccia numero quattro del sesto album dei White Skull, The XIII Skull, pubblicato il 3 maggio del 2004 che prende spunto dalla storia dei Teschi di Cristallo . Il brano parla dello Stargate (dispositivo alieno immaginario che collega vari mondi nell’universo), dello scopo per cui fu costruito e dello scopo che aveva la terra per gli Alieni.

Formazione White Skull (2004)

  • Gustavo Gabarrò – voce
  • Tony Fontò – chitarra
  • Danilo Bar – chitarra
  • Fabio Pozzato – basso
  • Alex Mantiero – batteria

Traduzione Last navigator – White Skull

Testo tradotto di Last navigator dei White Skull [Frontiers]

Last navigator

Riding in time we move in the space
Navigator of stars and inter-space
Builder of giant constructions
over mother earth
Eternal gate is the holy door

Air, water and mother earth
are good for landing over
All men are your slaves
to build your colony, to live

From unknown you’ve come here
and people fear you
Like a god you start to talk
with the ancient man

You start to build your colony
like a fantastic summer place
You arrive and you go
by the eternal gate

You’re flying over human

Where are you? Where is Rah?
You’ve vanished somewhere
Tell me to crack the code

Two dimensions and two earths
connected by a fantastic door
No human can use the door,
it is only for the king
Pyramids are your tomb,
you’re living like a god
The last king rest in pain
no more aliens in through the door

You’re flying over human

Where are you? Where is Rah?
You’ve vanished somewhere
Tell me to crack the code

L’ultimo navigatore

Viaggiando nel tempo, ci muoviamo nello spazio
Navigatore delle stelle e dell’iperspazio
Costruttore di costruzioni giganti
sulla madre terra
Eterno cancello è la porta santa

Aria, acqua e la madre terra
sono buoni per l’atterraggio
Tutti gli uomini sono tuoi schiavi
per costruire le tue colonie, per vivere

Sei giunto qui dall’ignoto
e la gente ti teme
come un dio hai iniziato a parlare
con l’uomo antico

Hai iniziato a costruire la tua colonia
come un fantastico luogo estivo
Tu arrivi e vai
dal cancello eterno

Stai volando oltre l’umano

Dove sei? Dove è Rah?
Sei svanito da qualche parte
Dimmi di decifrare il codice

Due dimensioni e due terre
connesse da una porta fantastica
Nessun umano può usare la porta
è solo per il re
Le piramidi sono la tua tomba
tu stai vivendo come un dio
L’ultimo re riposa in pace
Nessun alieno entrerà ancora dalla porta

Stai volando oltre l’umano

Dove sei? Dove è Rah?
Sei svanito da qualche parte
Dimmi di decifrare il codice

Tags: - 20 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .