Mount of execution – Carcass

Mount of execution (Monte dell’esecuzione) è l’undicesima e ultima traccia del sesto album dei Carcass, Surgical Steel, pubblicato il 13 settembre del 2013.

Formazione Carcass (2013)

  • Jeffrey Walker – voce, basso
  • Bill Steer – chitarra
  • Daniel Wilding – batteria

Traduzione Mount of execution – Carcass

Testo tradotto di Mount of execution (Steer, Walker, Wilding) dei Carcass [Nuclear Blast]

Mount of execution

Vamos!

Come tell me!
Do you pray to the devout Santa Muerte
Or do you slay for Hel Niña Blanca
without mercy?
The cavalry of this calvary.
A nuevo testament that decimates.
The reconquista of the crematoria.
A gathering corpsestorm
of hell awaits.

Bloodied but unbowed,
these seasoned grievances will be avowed.

A dark mobilization.
An aphotic horizon.
A war unrestrained.
Reign of terror is unleashed.

The battalions of rage are trouping,
down from the heights of bible hill.

This was no new Jerusalem
but a Golgotha that you created.
Oiling the machines of your opulence,
a sprawling barrio
spawning an open living grave.
Mountainous Calaveras,
come hold my hand witness the truth.
Mass execution of juvenility.
The liquidation of a whole ungodly youth.

Bloodied but unbowed,
These seasoned grievances will be avowed.

A dark mobilization.
An aphotic horizon.
A war unrestrained.
Reign of terror is unleashed.

The battalions of rage maneuvering,
down from the heights of bible hill.

Stupefying horror
across the river awaits.
Can’t you see narco-insurgency ?
Death rattling at the gates.
Barrios of destitution
from the desolate valley arose.
Come taste god’s own medicine,
Dispensed from the horn of the goat.

Stupefying horror
across the river awaits.
Come taste god’s own medicine
pooling at your gates.

Unleashed cartel commandos will rain,
down from the heights of bible hill.

Monte dell’esecuzione

Vamos!

Vieni a dirmelo!
Preghi forse per la devota Santa Muerte
o forse ammazzi per Hel Niña Blanca
senza alcuna pietà?
La cavalleria di questo calvario.
Un nuevo testamento che decima.
La reconquista del crematorio.
Una radunante tempesta
di corpi infernale attende.

Insaguinati ma indomiti,
questi stagionati lamenti verran dichiarati.

Un’oscura mobilitazione.
Un appannato orizzonte.
Una guerra incontrollata.
Il regno del terrore è scatenato.

I battaglioni dell’ira son riuniti,
giù dalle cime della biblica collina.

Questa non era una nuova Gerusalemme
ma un Golgotha che vi siete creati.
Oliando le macchine della vostra opulenza,
un barrio in espansione
genera una viva tomba aperta.
O montagnosa Calaveras,
vieni a stringer la mia mano testimone di verità.
Esecuzione di massa della gioventù.
Liquidazione d’un’intera sacrilega generazione.

Insaguinati ma indomiti,
questi stagionati lamenti verran dichiarati.

Un’oscura mobilitazione.
Un appannato orizzonte.
Una guerra incontrollata.
Il regno del terrore è scatenato.

I battaglioni dell’ira che manovrano,
giù dalle cime della biblica collina.

Un orrore stupefacente
attende lungo il rio.
Riuscite forse a scorgere la narco-ribellione?
La morte che rantola ai cancelli.
Barri dell’indigenza
insorsero dalla valle desolata.
Venite ad assaggiare la medicina di Dio,
distribuita dal corno d’una capra.

Un orrore stupefacente
attende lungo il rio.
Venite ad assaggiare la medicina di Dio
che s’accumula ai vostri cancelli

Pioveranno commando del cartello liberati,
giù dalle cime della biblica collina.

* traduzione inviata da Stefano Quizz

Tags: - 116 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .