Port Royal – Running Wild

Port Royal è la traccia che apre e che da il nome al quarto album in studio dei Running Wild, pubblicato il 26 settembre del 1988. Port Royal è stato il principale centro di commercio marittimo della Giamaica nel XVII secolo. In quel periodo acquisì la reputazione di essere “la città più ricca e malfamata al mondo”.

Formazione Running Wild (1988)

  • Rolf Kasparek – voce, chitarra
  • Majk Moti – chitarra
  • Jens Becker – basso
  • Stefan Schwarzmann – batteria

Traduzione Intro – Running Wild

Testo tradotto di Port Royal (Kasparek) dei Running Wild [Noise]

Intro

Where am I?

You want to know where you are?
In Port Royal! Ha Ha!

Intro

Dove sono?

Vuoi sapere dove sei?
A Port Royal! Ha Ha!

Traduzione Port Royal – Running Wild

Testo tradotto di Port Royal (Kasparek) dei Running Wild [Noise]

Port Royal

Hundred masts, thirty flags
An island in the gulf of Darien
Sandglass, bloody heart
Flying high above the scene

Marooners with loaded guns
Are still waiting at the quay
A hungry fleet from underworld
“Freedom” is the law they pray

“Black strap”, rum and gin
Sexual freedom all the way
A rolling dice, an ace of hearts
One shall win and one’s to pay

Concord and freedom
No need for the holy writ
Rebellions, non-servile
Spitting on religious hypocrites

Port Royal
A cry of freedom on the sea

When the “Oxford”, hits the sea
Slave driver learns the moses law
There is no chance, they can’t escape
They hunt them down and eat’em raw

Gin Lane, New Providence
It all is now since along time gone
But there are still descendants
Port Royal’s spirit lives forever on

Port Royal
A cry of freedom on the sea.

Port Royal

Centinaia di alberi, trenta bandiere
Un’isola nel golfo di Darien
Clessidra, il cuore sanguinante *
volano alti sopra questo posto

Naufraghi con le armi cariche
stanno ancora aspettando al molo
Una flotta affamata dai bassifondi
“Libertà” è la legge che invocano

Melassa, rum e gin
Completa libertà sessuale
Un dado rotola, un asso di cuori
uno deve vincere e uno deve pagare

Concordia e libertà
non c’è bisogno della sacra scrittura
Rivolte, non servili
sputando sugli ipocriti religiosi

Port Royal
Un urlo di libertà sul mare

Quando la “Oxford**” raggiunge il mare
L’aguzzino impara la legge di Mosè
Non si sono possibilità, non posso scappare
Gli danno la caccia e li mangiano crudi

Gin Lane, Nuova Providence***
È tutto da lungo tempo andato
ma ci sono ancora i discendenti
Lo spirito di Port Royal vivrà in eterno

Port Royal
Un urlo di libertà sul mare

* simboli che apparivano sulla bandiere dei pirati
** la nave del corsaro britannico Henry Morgan
*** la nuova capitale dei pirati dopo che il terremoto distrusse Port Royal

Tags:, , - 128 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .