The talisman – Iron Maiden

The talisman (Il talismano) è la traccia numero otto del quindicesimo album dei Iron Maiden, The Final Frontier, pubblicato il 13 agosto del 2010.

Formazione degli Iron Maiden (2010)

  • Bruce Dickinson – voce
  • Dave Murray – chitarra
  • Adrian Smith – chitarra
  • Janick Gers – chitarra
  • Steve Harris – basso
  • Nicko McBrain – batteria

Traduzione The talisman – Iron Maiden

Testo tradotto di The talisman (Gers, Harris) degli Iron Maiden [EMI]

The talisman

When I stand and look about the port
And contemplate my life,
Will I ever see my countrymen again?

As the captain calls us on the deck
I take my things
and walk to the harbourside,
I glance back one last time

Fleeing our nation,
Our problems we leave behind
Ships by the tenfold
Sail out on the tide
We are pleased to be out and
Embracing the open sea
Free from our troubles
And more free from thee

Inheritors unfulfilled reason behind us.
We flee from what is not what is will be.
We flee the earth and face
our harsh reality.
Will death be low mist that
Hangs on the sea?

We run from the evil tongues,
Rash judgements, selfish men
Never to be seen on
these shores again.

As we sail into oceansize
And lose sight of all land
A face of contentment around in the air
We’re off now to seek all our fortunes
To the land of our dreams

Riding the waves and the storm
Is upon us.
The winds lash the sails but
The ropes keep them tight

Off in the distance a dark
cloud approaching
None could imagine
what there was to come

No, there’s no one going back
No, there’s not a second chance
As we strap onto the side
We pray to God that we won’t die

As we ride the rough seas,
As we soak from the ocean waves,
I just hope for all our lives
And pray that I survive

Four ships are lost in the
Stormy conditions
The spirits of the sunken crews,
Their phantoms follow us

Spirits, sails, they drive us on
Through the all consuming waves
Cold mortality, no weapon
Against these ever raging seas

Four leagues and then and we
Hit storms again
We just can’t get away from
The eye of the storm

The birds outsoar the raging storm
But we cannot escape it
Abandoned earth that we now crave
Is many leagues from safe

Holding on for our dear lives
And we’re praying once again
Rotten luck or just jonahed?
The talisman is in my hand

Limbs fatigues, trembling with cold
Blinded from the sea spray salt
Clasping anything we can hold
Heaven’s rain upon us falls

Twenty days without a meal
And ten without fresh water still
Those that didn’t die in storms
The scurvy rest did slaughter

Westwards the tide
Westwards we sail on
Westwards the tide
Sail by the talisman

We approach the other side
Of the ocean with the tide
In our favour just for once
Welcome greeting, our new land
The elation in our hearts
The excitement in our veins
As we sail towards the coastline
Of our golden promised land

Weary limbs fatigued away
I have no life left in me
No more strength and nothing
Left to give
Must find the will to live

Never thought that we could make it
Truly sight of shores divine
the sickness I am dying from
Never wanted it to end this way

Westwards the tide
Westwards we sail on
Westwards the tide
Sail by the talisman

Il talismano

Quando mi fermo a guardare il porto
e pensare alla mia vita,
Potrò mai vedere i miei connazionali di nuovo?

Mentre il capitano ci chiama sul ponte
prendo le mie cose
e cammino alla darsena,
mi guardo indietro un ultima volta.

Fuggendo dalla nostra nazione,
i nostri problemi li lasciamo alle spalle.
Navighiamo a dieci nodi
fuori sulla marea.
Siamo lieti di essere fuori e
abbracciare il mare aperto.
Liberi dai nostri guai
e più liberi di voi.

Una ragione non realizzata ereditata dietro noi.
Fuggiamo da quello che non sarà più.
Fuggiamo dalla terra e affrontiamo
la nostra dura realtà.
Sarà la morte, la nebbia bassa
che avvolge il mare?

Fuggiamo dalle malelingue,
dagli avventati giudizi, dagli uomini egoisti
niente da poter esser visto
in queste scogliere ancora.

Mentre navighiamo nell’oceano
e perdiamo di vista tutta la terraferma
una faccia compiaciuta nell’aria.
Siamo fuori ora a cercare i nostri destini
nelle terre dei nostri sogni.

Cavalcando le onde e la tempesta
che è sopra noi.
I venti frustano le vele ma
le corde le mantengono salde.

Molto distante una nera
nube si sta avvicinando.
Nessuno poteva immaginare
quello che stava per arrivare.

No, non si può tornare indietro.
No, non c’è una seconda possibilità
mentre ci afferiamo ai bordi
preghiamo Dio di non morire.

Mentre navighiamo i mari agitati,
mentre le onde dell’oceano ci inzuppano,
spero solo per le nostre vite
e prego di sopravvivere.

Quattro navi sono perse
nella tempesta.
Gli spiriti degli equipaggi affondati,
i loro fantasmi ci seguono.

Spiriti, vele, ci conducono
attraverso tutte le onde aggressive.
La gelida morte, nessuna arma
contro questi mari perennemente rabbiosi.

Quattro leghe e poi noi
incontreremo le tempeste di nuovo.
Semplicemente non possiamo allontanarci
dall’occhio del ciclone.

Gli uccelli sovrastano la tempesta rabbiosa
ma noi non possiamo scappare.
La terra abbandonata che noi ora rimpiangiamo
è molte leghe dalla salvezza.

Aggrapandoci alle nostre care vite
e preghiamo ancora una volta.
Fortuna avversa o solo il destino di Giona?
Il Talismano è nella mia mano.

Fatiche sofferte, tremando dal freddo.
Accecati dal fastidioso sale marino.
Aggrappandoci a tutto quello che possiamo
Una pioggia intensa ci cade addosso.

Venti giorni senza un pasto
e dieci senza acqua fresca.
Quelli che non sono morti nella tempesta
li ha uccisi lo scorbuto.

Ad Ovest verso la marea
Ad Ovest navighiamo
Ad Ovest verso la marea
Navigando con il talismano

Ci avviciniamo all’altra parte
dell’oceano con la marea
Per una volta a nostro favore.
Saluti di benvenuto, la nostra nuova terra.
L’euforia nei nostri cuori,
l’eccitazione nelle nostre vene
mentre navighiamo lungo la costa
della nostra terra promessa.

Stanche membra sfinite dalla stanchezza.
Non c’è vita rimasta in me
Nessuna forza e niente è
rimasto da dare.
Devo ritrovare la voglia di vivere.

Non ho mai pensato che avremmo potuto farcela
Un vero avvistamento di coste divine.
Il male di cui sto morendo.
Non volevo che finisse in questo modo.

Ad Ovest verso la marea
Ad Ovest navighiamo
Ad Ovest verso la marea
Navigando con il talismano

Tags:, - 2.924 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .