Decrystallizing reason – Emperor

Decrystallizing reason (Ragione decristallizzante) è la traccia numero due del terzo album degli Emperor, IX Equilibrium, pubblicato il 27 aprile del 1999.

Formazione Emperor (1999)

  • Ihsahn – voce, chitarra, sintetizzatore, basso
  • Samoth – chitarre
  • Trym – batteria

Traduzione Decrystallizing reason – Emperor

Testo tradotto di Decrystallizing reason (Ihsahn, Samoth) degli Emperor [Candlelight Records]

Decrystallizing reason

Reason,
this demigod
unto which you cluster.
Sacrilege.
You sacrifice the purity
of the air
beneath your wings.
A slow and painful ritual,
to burn the youth you lost.

Demigod.
Blasphemers walk
among your flock.

Despite your blindfold.
Proudly you carry the stone
on your back.
Disillusioned.
You plant your feet
safely to the ground.

Demigod.
Blasphemers walk
among your flock.

As the stone
you have become.

Not once did you cry,
for the lost ones of your world.
Your care is limited
to this demigod,
onto which you cluster.

Reason,
decrystallize me!
Demigod.
I do blaspheme!

The fallen you condemn.
Your heart even free of hate,
yet scared to death
by their disbelief
to ordinary common sense.

And with autumn closing in,
forcing life away,
no mercy will impale your sin.
Dead are your tears.

Ragione decristallizzante

Ragione,
questa semidea
dinnanzi la quale v’ammassate.
Sacrilegio.
Voi sacrificate la purezza
dell’etere
sotto le vostre ali.
Un flemmatico e doloroso rituale,
per bruciare la giovinezza ch’avete perduto.

Semidea.
I blasfemi avanzano
tra il tuo gregge.

Disprezzate i vostri paraocchi.
Orgogliosamente sopportate il fardello
sulla vostra schiena.
Disillusi.
Piantate i vostri piedi
fermamente sul terreno.

Semidea.
I blasfemi avanzano
tra il tuo gregge.

Come la pietra
tu sei diventata.

Nemmeno allora voi piangeste
per i morti del vostro mondo.
La vostra preoccupazione è limitata
a questa semidea,
su cui v’ammassate.

O Ragione,
decristallizzami!
O semidea.
Io compio blasfemie!

I caduti tu condanni.
Il tuo cuore sempre scevro d’odio,
eppure spaventato a morte
a causa del loro scetticismo
verso un ordinario senso comune.

E mentre l’autunno s’avvicina,
annientando la vita,
nessuna pietà impalerà il vostro peccato.
Morte son le vostre lacrime.

* traduzione inviata da Stefano Quizz

Tags: - 50 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .