Junior’s eyes – Black Sabbath

Junior’s eyes (Gli occhi di Junior) è la traccia numero quattro dell’ottavo album dei Black Sabbath, Never Say Die! pubblicato il 28 settembre del 1978. Il brano è scritto in memoria della allora recente scomparsa del padre di Osbourne.

Formazione Black Sabbath (1978)

  • Ozzy Osbourne – voce
  • Tony Iommi – chitarra
  • Geezer Butler – basso
  • Bill Ward – batteria

Traduzione Junior’s eyes – Black Sabbath

Testo tradotto di Junior’s eyes (Butler, Iommi, Osbourne, Ward) dei Black Sabbath [Vertigo]

Junior’s eyes

Junior’s eyes looked up
to the skies in tears
He prayed that his maker,
the giver and taker, would hear
Junior sighed, as his hands
reached out to the sky
Junior cried, the day
that his best friend died

They’re coming home again tomorrow
I’m sorry it won’t be for long
With all the pain I’ve watched you live within
I’ll try my hardest not to cry
When it is time to say goodbye

Junior’s eyes,
they couldn’t disguise the pain
His father was leaving,
and Junior’s grieving again
Innocent eyes watched
the man who gave everything
Junior’s sorrow,
he knew what tomorrow would bring?

They’re coming home again tomorrow
I’m sorry it won’t be for long
With all the pain I’ve watched you live within
I’ll try my hardest not to cry
When it is time to say goodbye

Junior’s eyes looked
into the skies once more
Now he knew well,
this life was hell for sure
He desperately tried,
his fingertips stretched to the stars
Reaching for reason,
along with the time and the scars

They’re coming home again tomorrow
I’m sorry it won’t be for long
With all the pain I’ve watched you live within
I’ll try my hardest not to cry
When it is time to say goodbye

Gli occhi di Junior

Gli occhi di Junior guardano
verso il cielo in lacrime
Ha pregato perchè il suo creatore,
colui che dà e che prende, appaia
Junior sospirò, mentre la sua mano
toccava il cielo
Junior pianse, il giorno
in cui il suo miglior amico morì

Ritorneranno di nuovo a casa domani
Mi dispiace che non sarà per molto
Ti ho guardato vivere con tutto il dolore dentro
Proverò a fare la cosa più difficile, non piangere
quando sarà ora di salutare

Gli occhi di Junior,
non possono mascherare la paura
Suo padre partirà
e Junior diventerà di nuovo triste
Occhi innocenti guardarono
l’uomo che ha dato tutto
Il dolore di Junior,
chi sapeva cosa avrebbe portato l’indomani?

Ritorneranno di nuovo a casa domani
Mi dispiace che non sarà per molto
Ti ho guardato vivere con tutto il dolore dentro
Proverò a fare la cosa più difficile, non piangere
quando sarà ora di salutare

Gli occhi di Junior guardarono
nel cielo ancora una volta
Lo sapeva bene allora,
quella vita era inferno di sicuro
Ha provato disperatamente,
le punta delle sue dita si allungarono verso il cielo
protraendosi verso un motivo,
in compagnia del tempo e delle cicatrici

Ritorneranno di nuovo a casa domani
Mi dispiace che non sarà per molto
Ti ho guardato vivere con tutto il dolore dentro
Proverò a fare la cosa più difficile, non piangere
quando sarà ora di salutare

Tags: - 506 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .