Kinderfeld – Marilyn Manson

Kinderfeld è la traccia numero undici del secondo album dei Marilyn Manson, Antichrist Superstar pubblicato l’8 ottobre del 1996.

Formazione Marilyn Manson (1996)

  • Marilyn Manson – voce
  • Daisy Berkowitz – chitarra
  • Twiggy Ramirez – chitarra, basso
  • Ginger Fish – percussioni
  • Madonna Wayne Gacy – tastiere

Traduzione Kinderfeld – Marilyn Manson

Testo tradotto di Kinderfeld (Manson, Ramirez, Wayne Gacy) dei Marilyn Manson [Interscope]

Kinderfeld

He lives inside my mouth
And tells me what to say
When he turns the trains
On he makes it go away
The hands are cracked and dirty and
The nails are beetle wings
When he turns the trains on he
Unties all of the strings

[The worm:]
“Tell me something beautiful,
Tell me something free,
Tell me something beautiful
And I wish that I could be.”

(then I got my wings
and I never even knew it,
When I was a worm,
thought I couldn’t get through it)

[Jack (not spoken):]
Come, come
The toys all smell like children
And scab-knees will obey
I’ll have to kneel on broomsticks
Just to make it go away

[The inauguration of the worm]

(then I got my wings
and I never even knew it,
When I was a worm,
thought I couldn’t get through it)

[A voice we have
not yet heard:]

“because today is black
Because there is no turning back.
Because your lies have watered me
I have become the strongest weed” weed…

[Through jack’s eyes:]
The taste of metal
Disintegrator
Three holes upon the leather belt
It’s cut and swollen
And the age is showing

[Boy:]
“There’s no one here to save ourself.”

[The disintegrator (to himself):]
This is what you should fear
You are what you should fear

Kinderfeld

Lui vive nella mia bocca
E mi suggerisce cosa dire
Quando accende i treni
Lo fa andare via
Le mani sono screpolate e sporche e
Le unghie sono ali di coleottero
Quando accende i treni
Scioglie tutte le corde

[Il verme:]
“Raccontami qualcosa di bello,
Raccontami qualcosa di libero
Raccontami qualcosa di bello
E vorrei poterlo essere.”

(poi mi sono spuntate
e non me ne ero anche accorto
Quando ero un verme,
pensavo di non potercela fare)

[Jack (non detto):]
Vieni, vieni
I giocattoli hanno l’odore dei bambini
E le ginocchia con le croste obbediranno
Dovrò solo inginocchiarmi sui manici di scopa
Solo per farlo scomparire

[L’inaugurazione del verme]

(poi mi sono spuntate
e non me ne ero anche accorto
Quando ero un verme,
pensavo di non potercela fare)

[Una voce che
non abbiamo ancora ascoltato:]

“perché oggi è nero
perché non si torna indietro
Poiché le tue menzogne mi hanno innaffiato
Sono diventato l’erbaccia più forte” erbaccia…

[Attraverso gli occhi di Jack:]
Il gusto del metallo
Disintegratore
Tre buchi nella cintura di cuoio
E’ tagliata e gonfia
E l’età è gonfia

[Ragazzo:]
” Non c’è nessuno qui per salvarti”

[Il disintegratore (a se stesso):]
Questo è ciò di cui dovresti avere paura
Sei ciò di cui devi avere paura

Tags: - 259 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .