Primitive future – Sepultura

Primitive future (Futuro primordiale) è la traccia numero nove del terzo album in studio dei Sepultura, Beneath the Remains, pubblicato il 5 settembre del 1989.

Formazione Sepultura (1989)

  • Max Cavalera – voce, chitarra
  • Andreas Kisser – chitarra
  • Paulo Jr. – basso
  • Igor Cavalera – batteria

Traduzione Primitive future – Sepultura

Testo tradotto di Primitive future (Kisser, M.Cavalera) dei Sepultura [Roadrunner]

Primitive future

I follow the steps front of me
They are deep well-defined
Show an undefined straight path
What has gone through me
will never return

Future won’t let me look back
I just walk, I just walk
Animals run by my side
They communicate, each one in its own way

But I can’t understand
I feel alone on this irrational planet
To create or just observe
Keep walking this desert
made of ideas
Primitive future

My head is heavy but empty
Everything around me
is void without perspectives
The night invades the sky
that darkens the dry ground
Making my shadow, join
the big stain that’s forming
Steps become slow and agonize

I step on skulls of generations
that have not formed
I hear painful cries of wars
that are to come
To create everything again, from the beginning
To teach new minds to awake
a sleeping giant buried

On the ashes of disgrace
it’s scornful the way I live
I look well,
I think I’m well
That’s all

I follow the steps in front of me
They are deep and well-defined
They show an undefined but straight path
What has gone through me
will never return
Primitive future

Futuro primordiale

Seguo le tracce dinnanzi a me
Sono profonde e ben delineate
Suggeriscono un ignoto sentiero retto
Ciò che mi è passato attraverso
mai si ripresenterà

Il futuro non mi permette di guardare indietro
Cammino e basta, cammino e basta
Alcuni animali corrono al mio fianco
Loro gesticolano, ognuno per la propria strada

Ma non posso comprenderli
Mi sento isolato in questo irrazionale astro
Finalizzato a plasmare o solamente ad osservare
Continuo a camminare in questo eremo
sagomato di idee
Futuro primordiale

Il mio capo è carco ma vuoto
Ogni cosa intorno a me risiede
nell’oblio senza prospettiva alcuna
Il calar delle tenebre vela l’orizzonte
che oscura l’asciutta terra
Generando la mia ombra, mi immergo
nella vasta chiazza che si è formata
I miei passi diventano flemmatici e agonizzanti

Calpesto i teschi delle generazioni
che non ho guidato
Odo le strazianti grida delle guerre
che sarebbero giunte
Per ricostruire tutto ancora, dalla genesi
Per istruire le nuove menti a risvegliare
un sepolto gigante assopito

Sulle ceneri della miseria
la mia filosofia di vita è sdegnosa
Ci vedo bene,
Ritengo di essere un ottimo soggetto
E questo è tutto

Seguo le tracce dinnanzi a me
Sono profonde e ben delineate
Suggeriscono un ignoto sentiero retto
Ciò che mi è passato attraverso
mai si ripresenterà
Futuro primordiale

* traduzione inviata da Stefano Quizz

Tags: - 226 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .