Seawinds – Accept

Seawinds (Venti del mare) è la traccia numero tre del primo omonimo album degli Accept, pubblicato il 16 gennaio 1979. Seawinds è cantata dal bassista Peter Baltes.

Formazione degli Accept (1979)

  • Udo Dirkschneider – voce
  • Jörg Fischer – chitarra
  • Wolf Hoffmann – chitarra
  • Peter Baltes – basso
  • Frank Friedrich – batteria

Traduzione Seawinds – Accept

Testo tradotto di Seawinds (Dirkschneider, Baltes, Hoffmann, Fischer e Friedrich) degli Accept [Breaker]

Seawinds

In a cold and dark December
As I walked into the rain
Stood beside the road
All night long

In the grey December morning
I decided to leave my home
Took a train to nowhere
Far away, far away

Many thousand miles away
When the moon took to the stars
Dreamed about the days –
Days gone by, days gone by

In the night, the seawinds are calling
And the city is far far away
Soon the sea turns to darkness
It is night and the seawinds are calling
Seawinds call,
seawinds call

Then thousand miles away
When the moon took to the stars
Dreamed about the days
Days gone by

I’ve been told so many stories
Of dreams my friends have made
So there’s no illusions
Sail away, sail away

In the night, the seawinds are calling
And the city is far far away
Soon the sea turns to darkness
It is night and the seawinds are calling
Seawinds call,
seawinds call

Seawinds

In un freddo e buio Dicembre
mentre camminavo nella pioggia
stando sul ciglio della strada
tutta la notte

In una grigia mattina di Dicembre
ho deciso di lasciare la mia casa
ho preso un treno verso il nulla
lontano, lontano

Molte migliaia di chilometri di distanza
Quando la luna accoglie le stelle
Sognavo quei giorni
i giorni passati, i giorni passati

Nella notte, i venti del mare stanno chiamando
E la città è molto lontana
Presto il mare diventerà buio
È notte e i venti del mare stanno chiamando
i venti del mare chiamano,
i venti del mare chiamano

Molte migliaia di chilometri di distanza
Quando la luna accoglie le stelle
Sognavo quei giorni
i giorni passati

Mi hanno raccontato così tante storie
sui sogni che i miei amici hanno fatto
Quindi non c’è alcuna illusione
Navigo lontano, navigo lontano

Nella notte, i venti del mare stanno chiamando
E la città è molto lontana
Presto il mare diventerà buio
È notte e i venti del mare stanno chiamando
i venti del mare chiamano,
i venti del mare chiamano

Tags:, - 369 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .