Voyeur – Otep

Voyeur (Guardone) è la traccia numero otto del sesto album degli Otep, Hydra, pubblicato il 22 gennaio del 2013.

Formazione Otep (2013)

  • Otep Shamaya – voce
  • Aristotle – chitarra
  • Collyn McCoy – basso

Traduzione Voyeur – Otep

Testo tradotto di Voyeur (Shamaya) degli Otep [Victory]

Voyeur

He has a webcam
And he likes to video himself…

He has a webcam
And likes to video himself…

With animals…

A stray dog…
The neighbor’s cat…
Binding them…
Torturing them…
Murdering them…

He has a webcam
So I helped him understand
How
They
Felt…

He woke to the sound of distant thunder
The rain had stopped and all was silent
Except for the dripping in the trees
His heavy breath, his heartbeat…

His eyes focused and found me
I spoke like a god
Gently I said, “I have a webcam
“And I like to video myself
“Binding…
“Torturing…
“Murdering”…

He began to scream
with the stitches held tight
He rattled the cage and pulled at the lock
With all his might…

So I electrocuted the bars and
He fell asleep from the charge and
I prepared to make him
A star…

He has a webcam
So I helped him understand…

When he woke
I asked him to sing me a song
He obliged but was often off key
So I removed his lower jaw…

Now his tongue juts out
like a slimy slug
But he’ so eager to please
Tapping the melody
on the bars of this large cage
With un-clipped nails he plays…

And once I’ve had my fun
Bringing dark justice to this
Pathetic goblin
I will
Burn…
Probe…
Break…
And Drain…

And he will be scorched in a bath of pain…

I will drop him into the misty bayou
Where he will be a feast for
Serpents &
Insects &
Beasts &
All the putrid life of the murky bog…

And as he sinks, and as he screams
Into the lens of his webcam
I will play a farewell
An ode to the demons
Waiting for him
In Hell…

He has a webcam
So I helped him
Understand
How
They
Felt…

Guardone

Aveva una webcam
E gli piaceva filmarsi…

Aveva una webcam
E gli piaceva filmarsi…

Con gli animali…

Un cane randagio…
Il gatto del vicino…
Legati…
Torturati…
Assassinati…

Aveva una webcam
E l’ho aiutato a capire
Come
Si
Sentivano…

Si sveglia al suono del tuono distante
La pioggia è cessata ed era tutto silenzioso
Ad eccezione del gocciolamento negli alberi
Il suo respiro pesante, il suo battito cardiaco…

I suoi occhi concentrati e mi trovi
Ho parlato come un dio
Gentilmente ho detto, “ho una webcam
“E mi piace filmarmi
“Legata…
“Torturata…
“Assassinata”…

Ha cominciato ad urlare
con i punti di sutura stretti
Ha scosso la gabbia e tirato la serratura
Con tutte le sue forze…

Allora gli ho fulminato i nervi e
Si addormenta dalla carica e
L’ho preparato per renderlo
Una stella…

Aveva una webcam
Allora ho aiutato a capire…

Quando si alzò
Gli ho chiesto di cantarmi una canzone
Era obbligato, ma era spesso disgustato
Allora gli ho rimosso la sua mandibola…

Ora la sua lingua si protende
come una lumaca viscida
Ma era così desideroso di scusarsi
Toccando la melodia
nelle barre della sua larga gabbia
Con un chiodo non ritagliato con cui giocava…

Una volta, ho avuto il mio divertimento
Portando l’oscura giustizia a questo
Patetico Goblin
Io
Brucerò…
Le sonde…
Rompo…
E scarico…

E sarà bruciato in un bagno di dolore…

Lo farò sgocciolare nella palustre nebbiosa
Dove sarà un banchetto per
Serpenti,
Insetti,
Bestie e
Tutta la putrida vita della torbida palude…

Mentre affondava ed urlava
Attraverso l’obiettivo della webcam
Suonerò un addio
Un ode ai demoni
Che lo aspettano
All’inferno…

Aveva una webcam
Allora l’ho aiutato
Facendolo capire
Come
Si
Sentivano…

* traduzione inviata da El Dalla

Tags: - 47 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .