All the time in the world – Deep Purple

All the time of the world (Tutto il tempo del mondo) è la traccia numero dieci del diciannovesimo album dei Deep Purple, Now What?!, pubblicato il 26 aprile del 2013.

Formazione dei Deep Purple (2013)

  • Ian Gillan – voce
  • Steve Morse – chitarra
  • Roger Glover – basso
  • Ian Paice – batteria
  • Don Airey – tastiere

Traduzione All the time in the world – Deep Purple

Testo tradotto di All the time in the world (Airey, Ezrin, Gillan, Glover, Morse, Paice) dei Deep Purple [earMusic]

All the time in the world

There’s still a long way to go
And the nights are closing in
But if I’d travelled any faster babe
Lord knows where I might have been

Right from those early days
I put my faith in the axle not the wheels
Like old Zeno’s toytus
with Achilles snapping at my heels

Don’t worry
There’s no hurry
Here we are
With all the time in the world

I could have been a high-flying dealer
But I have no desire for speed
I could have been a wild receiver
But I’ve got everything I need

And so I watch the world
Go racing by tearing up the street
I lay back in the long grass
Take it easy and rest my feet

Don’t worry
You know, there’s no hurry
Here we are
With all the time in the world

No one ever held me back
You know that no one ever put me in chains
No one ever saw me racing ahead
No one had to tug on my reins

As everybody knows
I may be slow but I never quit
Sometimes on a good day I sit and think
Sometimes I just sit

Don’t worry
Relax, there’s no hurry
Here we are
With all the time in the world

Don’t worry
You know, there’s no hurry
Here we are
With all the time in the world

Tutto il tempo del mondo

C’è ancora molta strada da fare
e le notti stanno per avvicinarsi
ma se avessi viaggiato più velocemente
il signore sa dove sarei potuto arrivare

Fin dai primi giorni
ho messo la mia fede nell’asse e non nel motore
come la vecchia tartaruga di Zenone
con Achille scattante ai miei talloni*

Non preoccuparti
non c’è fretta
siamo qui
con tutto il tempo del mondo

Avrei potuto essere un rivenditore di successo
ma non ho questo desiderio
potrei essere stato un grande ricettatore
ma ho tutto quello che mi serve

E così guardo il mondo
andare di corsa facendo a pezzi la strada
mi stendo nel lungo prato
me la prendo con comoda e riposo i piedi

Non preoccuparti
non c’è fretta
siamo qui
con tutto il tempo del mondo

Nessuno mi ha mai trattenuto
sai che nessuno mi ha mai messo in catene
nessuno mi ha mai visto correre troppo
nessuno ha dovuto tirare le mie redini

Come tutti sanno,
io posso essere lento ma non ho mai smesso
a volte nelle belle giornate mi siedo e penso
Talvolta mi siedo solamente

Non preoccuparti
rilassati, non c’è fretta
siamo qui
con tutto il tempo del mondo

Non preoccuparti
non c’è fretta
siamo qui
con tutto il tempo del mondo

* Riferimento al paradosso di “Achille e la Tartaruga”, il più famoso dei Paradossi di Zenone. È stato proposto nel V secolo a.C. da Zenone di Elea, che intendeva difendere le tesi del suo maestro Parmenide, il quale sosteneva che il movimento non è altro che un’illusione (grazie ad Elisa per la segnalazione).

Tags: - 544 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .