Back on northern shores – Amon Amarth

Back on northern shores (Ritorno sulle rive settentrionali) è la traccia numero undici del decimo album degli Amon Amarth, Jomsviking, pubblicato il 25 marzo del 2016.

Formazione Amon Amarth (2016)

  • Johan Hegg − voce
  • Olavi Mikkonen − chitarra
  • Johan Söderberg − chitarra
  • Ted Lundström − basso

Traduzione Back on northern shores – Amon Amarth

Testo tradotto di Back on northern shores degli Amon Amarth [Metal Blade]

Back on northern shores

A thick fog lies ahead
The ocean’s deadly calm
Their ship glides on the silent waves
Into the unknown
He cannot turn around
For him it’s much too late
He puts his back into the oar
And rows towards his fate

The ship cuts through
The milk white mist
Through the blind they clearly hear
The oar strokes of their mighty fleet
Battle’s drawing near
His heart pounds loud and wild
He’s waited for this day
Then suddenly a dragon’s head
Appears out of the haze

Back on the Northern shores
Just as he once swore
He vowed to return
And to make them burn

Then a Northern wind picks up
It sweeps the mist away
A might viking fleet appears
Patiently they wait
“Death or victory!”
Words by which they stand
No turning back! In for the kill!
Led by thy command!

“All men grab your swords and shields
The enemies lay ahead!
We’ll make this bay our battlefield
and fill the waves with dead!”
Darkness then descends
Day turns into night
A massive cloud of thousand arrows
Fills the misty sky

With violent force
The two fleets crash
The battle now begins
Cries of war as weapons clash
Uncertain who will win

Thunder rolls ‘cross the waves
Lightning cracks the sky
Clouds release hail big as grapes
As arrows are let fly

Hear the berserks roar!
They call to mighty Thor!
The fury in their raging eyes
Will burn forever more
Hear the weapons sing!
Feel the arrows sting!
They climb onto the Earl’s great ship
And begin to swing

The fight is fierce as they attack
With sword and axe, no guts, no glory!
Arrow pierced, they won’t back down
They battle on with heart and fury
Then it turns
The flanking ships give way
And soon they are embattled
Standing firm! Fight ‘til death!
They refuse to die like cattle

Fighting for his life
No holds barred
So close to revenge
Close but yet so far

Then he stands before him
It’s like the battle fades
He sees his father’s eyes
As he’s struck into the waves

Back on Northern shores
Just as he once sword
He has met his fate
In these cold dark waves

He looks to clouds up high
A dead and distant stare
She comes out of the light
See the chariot flare
Standing on the shore
He hears her silent call
Freja leads him through the door
Into the great hall

Ritorno sulle rive settentrionali

Una fitta nebbia ci attende
La calma mortale dell’oceano
La loro nave scivola sulle onde silenziose
verso l’ignoto
Egli non può girarsi
Per lui è troppo tardi
Si mette ai remi
e si dirige verso il suo destino

La nave scivola attraverso
la nebbia bianca come il latte
Anche se non vedono niente sentono bene
i colpi dei remi della loro possente flotta
La battaglia si avvicina
Il suo cuore batte forte e selvaggio
Ha aspettato tanto questo giorno
Poi all’improvviso una testa di drago
Appare dalla foschia

Ritorno sulle rive settentrionali
Proprio come aveva giurato
Aveva promesso di tornare
e farli bruciare tutti

Poi il vento del Nord prende
e spazza via la nebbia
Appare una potente flotta vichinga
Pazientemente aspettano
“La morte o la vittoria!”
Parole per le quali loro si schierano
Nessuna ritirata! Pronti ad uccidere!
Guidati da tuo comando!

“Tutti gli uomini prendano spade e scudi
I nemici ci attendono!
Questa baia sarà il nostro campo di battaglia
e riempiremo le onde con i morti!”
Poi scende l’oscurità
Il giorno diventa notte
Una grande nuvola di migliaia di frecce
riempie il cielo nebbioso

Con forza violenta
Le due flotte si scontrano
La battaglia ora inizia
Grida di guerra mentre si scontrano le armi
C’è incertezza su chi vincerà

Il tuono rimbomba tra le onde
Il lampo squarcia il cielo
Le nuvole rilasciano grandine grande come uva
mentre le frecce sono scagliate nel cielo

Ascolta i vichingi ruggire!
Invocano il possente Thor!
La rabbia nei loro occhi furenti
brucerà in eterno
Ascolta cantare le armi!
Senti le frecce pungere!
Salgono sulla grande nave del conte
e inizia ad oscillare

La lotta è feroce mentre attaccano
con spada e ascia, niente coraggio, niente gloria!
La freccia trafigge, non torneranno indietro
Combattono con cuore e furore
Poi cambia
Le navi di fianco cedono il passo
e presto sono sotto attacco
State fermi! Lottate fino alla morte!
Si rifiutano di morire come bestiame

Lotta per la sua vita
Senza esclusione di colpi
Così vicino alla vendetta
Vicino ma ancora così lontano

Poi lui si trova davanti
È come se la battaglia svanisse
Lui vede gli occhi di suo padre
Mentre lui urta contro le onde

Ritorno sulle rive settentrionali
Proprio come aveva giurato
Lui ha incontrato il suo destino
In queste fredde oscure onde

Lui guarda le nubi in alto
Uno sguardo distante e morto
Lei esce dalla luce
Vede il bagliore del carro
In piedi sulla riva
Sente la sua chiamata silenziosa
Freja lo conduce attraverso la porta
nel grande salone

Tags: - 153 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .