Beyond the realms of death – Judas Priest

Beyond the realms of death (Oltre i regni della morte) è la traccia numero sei del quarto album dei Judas Priest, Stained Class, pubblicato il 10 febbraio del 1978.

Formazione Judas Priest (1978)

  • Rob Halford – voce
  • Glenn Tipton – chitarra
  • K.K. Downing – chitarra
  • Ian Hill – basso
  • Les Binks – batteria

Traduzione Beyond the realms of death – Judas Priest

Testo tradotto di Beyond the realms of death (Binks, Halford) dei Judas Priest [CBS]

Beyond the realms of death

He had enough
He couldn’t take anymore
He’d found a place
In his mind and slammed the door
No matter how they tried
They couldn’t understand
They washed and dressed him
Fed him by hand

Yeah! I’ve left the world behind
I’m safe here in my mind
Free to speak with my own kind
This is my life, this is my life
I’ll decide not you

Withdrawn he’d sit there
Stare blank into space
No sign of life
Would flicker on his face
Until one day he smiled
It seemed as though with pride
The wind kissed him
Goodbye and then he died

Yeah! I’ve left the world behind
I’m safe here in my mind
Free to speak with my own kind
This is my life, this is my life
I’ll decide not you

Keep the world with all its sin
It’s not fit for livin’ in
Yeah! I will start again
It can take forever, and ever, and ever
And ever, but I’ll still win.

How many like him,
Are there still
But to us, all
Seem to have lost the will
They lie in thousands
Plagued and lost
Is nothing worth this bitter cost

Yeah! I’ve left the world behind
I’m safe here in my mind
Free to speak with my own kind
This is my life, this is my life
I’ll decide not you
Keep the world with all its sin
It’s not fit for livin’ in

Beyond the realms of death.

Oltre i regni della morte

Ne aveva abbastanza
Non avrebbe potuto avere di più
Avrebbe trovato un posto
Nella sua mente e sbatté la porta
Non importa quanto loro provassero
Non potevano capire
Lo lavavano e vestivano
Nutrendolo dalla mano

Si! Ho lasciato il mondo alle spalle
Sono al sicuro qui nella mia mente
Libero di parlare con il mio stesso genere
Questa è la mia vita, questa è la mia vita
Deciderò io non tu

Allontanato egli siederebbe la
Sguardo fisso nello spazio vuoto
Nessun segno di vita
Non un barlume sul suo volto
Fino a quando un giorno sorrise
Sembrava quasi orgoglioso
Il vento lo baciò
Addio e poi morì

Si! Ho lasciato il mondo alle spalle
Sono al sicuro qui nella mia mente
Libero di parlare con il mio stesso genere
Questa è la mia vita, questa è la mia vita
Deciderò io non tu

Mantenere il mondo con tutti i suoi peccati
Non è adatto per viverci
Si! Vorrei iniziare di nuovo
Poterlo prendere per sempre, e sempre, e sempre
E sempre, ma vincerò ancora

Quanti come lui,
Sono ancora là
Ma con noi, tutti
Sembrano aver perso la volontà
Mentono a migliaia
Tormentati e persi
Niente vale questo amaro costo

Si! Ho lasciato il mondo alle spalle
Sono sicuro qui nella mia mente
Libero di parlare con il mio stesso genere
Questa è la mia vita, questa è la mia vita
Deciderò io non tu
Mantenere il mondo con tutti i suoi peccati
Non è adatto per viverci

Oltre i regni della morte.

Tags: - 2.585 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .