Gaia – Mago De Oz

Gaia è la traccia che apre, dopo l’intro Obertura MDXX, e che da il nome al quinto album dei Mago De Oz, pubblicato l’8 settembre del 2003.

Formazione Mago De Oz (2003)

  • José Andrëa – voce
  • Carlitos – chitarra
  • Frank – chitarra
  • Sergio Martínez – basso
  • Txus Di Fellatio – batteria
  • Kisquilla – tastiere
  • Mohamed – violino, viola
  • Fernando Ponce de León – flauto

Traduzione Gaia – Mago De Oz

Testo tradotto di Gaia dei Mago De Oz [Locomotive Music]

Gaia

Hay veces que no sé,
si exprimir el sol
Para sentir calor
Y dudo que al nacer,
llegará a creer
Que hoy fuera a morir

Intento comprender,
Él porque de esta decisión
Si yo jamás odie
Me intento aferrar al valor,
Pero no sé fingir
Solo quiero vivir.

¿Dónde se vende algo de compasión?
Para saciar mi soledad
¿Dónde trafican con sueños de amor?
Pues quiero esta angustia dormir

Recuerdo el día en que mi libertad
No-tenia precio ni fin
En cambio hoy daba hasta la eternidad
Por ver mañana el sol salir

Me vengare y todo
el mal que me hagas
Yo te lo devolveré
El hombre nunca fue dueño de Gaia
Es justamente al revés

Oigo unos pasos, se quiebra mi voz
Sé que vienen a por mí
Y un sacerdote en nombre de dios
Pregunta: ¿quieres confesión?

Confieso que amé y creí en Dios
De los pobres, justo y moral
Confieso que en la silla
En la que he de morir
Mi alma renacerá

Toda mi vida desfila ante mí,
Tantos sueños por cumplir
No tengas miedo, no llores por mí,
Siempre estaré junto a ti.

Oigo los rezos, intento gritar,
Me cubren para no mirar
A los ojos de una cruel humanidad,
La muerte se excita, es el fin.

Gaia

Ci sono periodi che non so,
se esprimere il sole
Per sentirne il calore
E dubito che quando egli nasce,
riuscirà  a credere
Che oggi va a morire

Il tentativo di capire,
Il perchè di questa decisione
Se io non odio mai
Io provo ad attenermi ad un valore
Ma non è per fingere
Desidero solo vivere

Da dove è venuta questa pietà?
Per soddisfare la mia solitudine
Dove volgono i segni dell’amore?
Allora desidero questo angosciante dormire

Ricordo il giorno in cui la mia libertà
Non aveva un preciso scopo
In cambio oggi ho dato questa eternità
Per vedere domani il sole sorgere

Mi vendicherò di tutti i torti
e del male che mi fate
Io ve lo ridarò
L’uomo non è mai stato padrone di Gaia
Ma è esattamente il contrario

Sento i punti,si spezza la mia voce
So che vengono per me
E un sacerdote per nome di dio
Chiede: vuoi confessarti?

Confesso che amavo e credevo nel Dio
Dei poveri, giusti e morali
Confesso qui sopra la sedia
Che quando morirò
La mia anima rinascerà

Il meglio della mia vita sfila davanti a me,
Tanti sogni da compiere
Non siate spaventati,non urlate per me,
Sarò sempre accanto a voi

Sento le preghiere,voglio gridare,
Mi coprono per non guardare
Ai loro occhi un umanità  crudele,
La morte èeccitata, è la fine

Tags: - 375 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .