Guardian – Fates Warning

Guardian (Guardiano) è la traccia numero quattro del terzo album dei Fates Warning, Awaken the Guardian, pubblicato nel 1986.

Formazione Fates Warning (1986)

  • John Arch – voce
  • Jim Matheos – chitarra
  • Frank Aresti – chitarra
  • Joe DiBiase – basso
  • Steve Zimmerman – batteria

Traduzione Guardian – Fates Warning

Testo tradotto di Guardian (Arch, Matheos) dei Fates Warning [Metal Blade]

Guardian

These walls are stained
Engraved with pain
You will find them under shadows
Casting shame

Some it’s all
they’ll ever know
Angels of the fortunate sons
come and go
You may not
(You may not)

Entities pass in the night
Guardians and the reaper’s fight
The will to live shall win

Mares of hope ride
through their dreams
Blinding light awakens
Sleepin’ dawn it seems
It was all a dream
An endless dream

I will wish upon a star
I believe in you
And if my will has strayed afar
I remembered you
Will you remember me?

I the one you sentenced
Penance unabsolved
Answer me
Save my will
Have you forgotten me?

Pace the hallway,
blind man
For a million miles of stars
His mind has seen

Think you may
he lives in darkness
We’re the dark
He’s seen the light of dream
(the light of dream)

Karen’s been asleep forever
I know she hears me
She has so much to say
(Much to say)

Machine tools sparks
Through her
egg shell mind
Tears stream from her face
Into my hand
To my heart

I will wish upon a star
I believe in you
And if my will has strayed afar
I remembered you
Will you remember me?

I the one you sentenced
Penance unabsolved
Answer me
Save my will

I’m a fire without a flame
Helpless child without a name
With broken wings
Catch me
I’m fallin’

I’m a question with no answer
Who are you that takes my life away from me?
Unveil the boundaries of the black

I had a dream I was you
Strong as the fire in my veins
And when I called out your name
I would remain to witness the pain
I am beyond silent black
I will be back as your guardian

Angels in white you have sacrificed
You witness and bury the pain
You walk hand and hand
With the fear stricken child
Strengthen the weak and the lame

Have you seen beyond the unborn?
Pillar of penance and lore
Perpetual journey into the realm
The sovereign servitor

I will wish upon a star
I believe in you
And if my will has strayed afar
I remembered you
Will you remember me?

I the one you sentenced
Penance unabsolved
Answer me
(Answer me)
Save my will
Have you forgotten me?

Answer me
(Answer me)
Save my will
Have you forgotten me?
Answer me
(Answer me)
Save my will
Have you forgotten me?

Guardiano

Queste mura son imbrattate
Solcate dal dolore
Li scoverai avvolti nelle tenebre
Mentre scontano l’onta

Di poco conto
è tutto ciò ch’essi comprenderanno
Cherubini dei fortuiti figli
vanno e vengono
Tu forse no
(Tu forse no)

Entità vagano nella notte
Una contesa tra i guardiani ed il mietitore
La volontà di viver prevarrà

Giumente della speranza cavalcano
attraverso i loro sogni
Un’accecante bagliore si desta
Esso pare un’assopita aurora
Esso fu tutto un sogno
Un sogno senza fine

Io esprimerò un desiderio alla vista d’una stella
Io confido in te
E se la mia volontà lontano si smarrirà
Com’io di te mi son ricordato
Tu di me ti ricorderai?

Io son l’unico che tu abbia condannato
Un castigo non assolto
Concedimi una risposta
Preserva la volontà mia
Ti sei forse scordato di me?

Passeggia inquieto per il corridoio,
o cieco uomo
Per un milion di migliaia d’astri
Che’l suo genio ancor non aveva scorto

Ritengo tu possa far in modo
ch’esso vivo nell’ombra
Noi siam nell’ombra
Esso ha osservato il baluginio del sogno
(Il baluginio del sogno)

Per sempre Karen è rimasta sveglia
Io ben so ch’essa m’ode
Ha un sacco di cui discutere
(un sacco di cui discutere)

Apparecchi meccanici brillan
Attraverso la sua mente cinta
da uno scudo d’uovo
Lacrime scorron lungo il suo volto
Sin nella mia mano
Verso il mio cuore

Io esprimerò un desiderio alla vista d’una stella
Io confido in te
E se la mia volontà lontano si smarrirà
Com’io di te mi son ricordato
Tu di me ti ricorderai?

Io son l’unico che tu abbia condannato
Un castigo non assolto
Concedimi una risposta
Preserva la volontà mia

Io son il fuoco senza fiamme
L’indifeso fanciullo senza nome
Con le spezzate ali
Prendimi
Sto precipitando

Io son un quesito senza risposta alcuna
Chi sei tu per strappar via da me la mia vita ?
Svela i legami dell’oscurità

Sognai d’esser te
Forte come l’incendio nelle mie vene
E quando urlai il tuo nome
Io volli rimaner a testimoniar la sofferenza
Io son oltre il tacito buio
Io ritornerò in veste di tuo guardiano

Angeli in bianco che tu sacrificasti
Tu testimoni e seppellisci la sofferenza
Tu cammini mano nella mano
Con il bimbo provato dal timore
Rafforza il debole ed lo storpio

Hai scrutato oltre il nascituro?
Pilastro di castigo e tradizione
Perpetuo viaggio nel cuore del reame
Il sovrano servitore

Io esprimerò un desiderio alla vista d’una stella
Io confido in te
E se la mia volontà lontano si smarrirà
Com’io di te mi son ricordato
Tu di me ti ricorderai?

Io son l’unico che tu abbia condannato
Un castigo non assolto
Concedimi una risposta
(Concedimi una risposta)
Preserva la volontà mia
Ti sei forse scordato di me?

Concedimi una risposta
(Concedimi una risposta)
Preserva la volontà mia
Ti sei forse scordato di me?
Concedimi una risposta
(Concedimi una risposta)
Preserva la volontà mia
Ti sei forse scordato di me?

* traduzione inviata da Stefano Quizz

Tags: - 131 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .