Lullaby – Alice Cooper

Lullaby (Ninnananna) è la traccia numero otto del ventesimo album di Alice Cooper, The Last Temptation, pubblicato il 12 luglio del 1994.

Formazione (1994)

  • Alice Cooper – voce
  • Stef Burns – chitarra
  • Greg Smith – basso
  • David Uosikkinen – batteria
  • Derek Sherinian – tastiere

Traduzione Lullaby – Alice Cooper

Testo tradotto di Lullaby (Cooper, Vallance) di Alice Cooper [Epic]

Lullaby

I was the boy who said all of my prayers
Laid my clean face on the pillow
Tucked in real tight, so safe and secure
Through the night
I heard a noise, it was probably nothing
It pulled me right out of a dream
If I knew it was you
I’d have jumped out of bed with a scream

I am the one who growls in your closet
I am the one who lives under your bed

Get down – back where you started
Get down – back into hell
Your black soul, you know you’re
black hearted
I smell your sulfurous smell

All of my things that I play with in daylight
You turn into monsters at night
My toys were my friends
Until you taught them all how to bite

You showed me things little boys
shouldn’t see
You scared me with visions of fire
You danced on my bed
With the flames on your head dancing higher

I am the one who growls in your closet
I am the one who lives under your bed

Get down – back where you started
Get down – back into hell
Your black soul, you know you’re
black hearted
I smell your sulfurous smell

I tell ya right now
I don’t want your reptile embrace
I don’t want to follow you down
to your place
I don’t want to be a child of disgrace
You can take your whiskey soaked,
foaming at the mouth,
toilet talking, pea soup
spewing, sweating blood
demon breath out of my face

Get down – back where you started
Get down – back into hell
Your black soul, you know you’re
black hearted
I smell your sulfurous smell

I was the boy who said all of my prayers
Laid my clean face on the pillow
Tucked in real tight, so safe and secure
Through the night

Ninnananna

Io ero il ragazzo che diceva tutte le preghiere
Posavo la mia faccia pulita sul cuscino
Ben rimboccato, in modo sicuro e protetto
Nella notte
Ho sentito un rumore, non era niente
e mi ha tirato fuori dal sogno
Se avessi saputo che eri tu
Sarai saltato giù dal letto con un urlo

Io sono quello che ringhia nel tuo armadio
Sono quello che vive sotto il tuo letto

Scendi, torna dove hai iniziato
Scendi, torna all’inferno
La tua anima nera, sai che sei
un cuore nero
Sento il tuo sulfureo odore

Tutte le cose con cui gioco di giorno
si trasformano in mostri la notte
I miei giocattoli erano miei amici
finché non gli hai insegnato a mordere

Mi hai mostrato cose che i ragazzini
Non dovrebbe vedere
Mi hai spaventato con le visione del fuoco
Hai ballato sul mio letto
con le fiamme in testa ballando più in alto

Io sono quello che ringhia nel tuo armadio
Sono quello che vive sotto il tuo letto

Scendi, torna dove hai iniziato
Scendi, torna all’inferno
La tua anima nera, sai che sei
un cuore nero
Sento il tuo sulfureo odore

Te lo dico subito
Non voglio il tuo abbraccio da rettile
Non voglio seguirti giù
nel tuo posto
Non voglio essere un bambino del disonore
Puoi prendere la tua schiuma della bocca
bagnata di whisky,
cessi parlanti, zuppa di piselli
vomitando, sudando sangue
il demone respira sulla mia faccia

Scendi, torna dove hai iniziato
Scendi, torna all’inferno
La tua anima nera, sai che sei
un cuore nero
Sento il tuo sulfureo odore

Io ero il ragazzo che diceva tutte le preghiere
Posavo la mia faccia pulita sul cuscino
Ben rimboccato, in modo sicuro e protetto
Nella notte

Tags: - 92 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .