Dead heart in a dead world – Nevermore

Dead heart in a dead world (Un cuore morto in un mondo morto) è l’undicesima e ultima traccia e quella che da il nome al quarto album dei Nevermore, pubblicato il 17 ottobre del 2000.

Formazione Nevermore (2000)

  • Warrel Dane – voce
  • Jeff Loomis – chitarra
  • Jim Sheppard – basso
  • Van Williams – batteria

Traduzione Dead heart in a dead world – Nevermore

Testo tradotto di Dead heart in a dead world (Dane) dei Nevermore [Century]

Dead heart in a dead world

To see the last survivor fall
To see their bastards sons against the wall
To see the emptiness as we decay
I see the world is dead, I am betrayed

Dead heart in a dead world
Dead heart in a dead world

This rotten hole that I call home
bled dry again
This lesion marked upon my soul
Left an empty
hanging man

Across the fields, into the sea
To find the light from within
Out of this lake I’ve tried to crawl
I think I’m there and then again I fall
Again I fall

Burn your gods and kill the king
Subjugate your suffering
Dead heart, in a dead world

We must remember wounds so deep
Take time to heal
And sometimes though we struggle still
Life seems surreal

Emotions turned
to cold dead wood
Can still have life once more
The door that slammed upon your heart
Torn away, torn away

Burn your gods and kill the king
Subjugate your suffering
Dead heart, in a dead world

Burn your gods and kill the king
Subjugate your suffering
Dead heart, in a dead world
Dead heart, in a dead world

Un cuore morto in un mondo morto

Vedo l’ultimo sopravvissuto cadere
Vedo i loro figli bastardi con la schiena al muro
Vedo il vuoto mentre mi decompongo
Vedo che il mondo è morto, sono stato tradito

Un cuore morto in un mondo morto
Un cuore morto in un mondo morto

Questo buco marcio che chiamo casa mia
ha sanguinato di nuovo
Questa lesione è marchiata sulla mia anima
E mi ha fatto diventare come
un uomo impiccato vuoto dentro

Vago attraverso i campi e attraverso i mari
Per trovare la luce interiore
Ho provato a strisciare fuori da questo lago
Penso di avercela fatta ma poi cado sempre
Cado ancora

Brucia i tuoi Dei e uccidi il re
Soggioga la tua sofferenza
Un cuore morto in un mondo morto

Dobbiamo ricordarci che serve del tempo
Per far rimarginare le ferite più profonde
E a volte, anche se continuiamo a lottare,
La vita sembra surreale

Le emozioni si sono trasformate
in freddo legno morto
Che però potrebbe tornare di nuovo in vita
La porta è stata chiusa sul tuo cuore
E l’ha strappato, l’ha strappato

Brucia i tuoi Dei e uccidi il re
Soggioga la tua sofferenza
Un cuore morto in un mondo morto

Brucia i tuoi Dei e uccidi il re
Soggioga la tua sofferenza
Un cuore morto in un mondo morto
Un cuore morto in un mondo morto

Tags:, - 306 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .