Holy wars…the punishment due – Megadeth

Holy wars…the punishment due (Guerre sante…la giusta punizione) è la traccia che apre il quarto album dei Megadeth, Rust in Peace, uscito il 24 settembre del 1990. La canzone, estratta anche come singolo, ha una struttura inusuale: i primi 2:26, costituiscono la prima sezione della canzone, Holy Wars, per poi passare tramite un bridge acustico di Marty Friedman ad una sezione più heavy e lenta, The Punishment Due.

Formazione Megadeth (1990)

  • Dave Mustaine – voce, chitarra
  • Marty Friedman – chitarra
  • David Ellefson – basso
  • Nick Menza – batteria

Traduzione Holy wars…the punishment due – Megadeth

Testo tradotto di Holy wars…the punishment due (Mustaine) dei Megadeth [Capitol]

Holy wars…the punishment due

Brother will kill brother
Spilling blood across the land
Killing for religion
Something I don’t understand

Fools like me, who cross the sea
And come to foreign lands
Ask the sheep, for their beliefs
Do you kill on God’s command?

A country that’s divided
Surely will not stand
My past erased, no more disgrace
No foolish naive stand

The end is near, it’s crystal clear
Part of the master plan
Don’t look now to Israel
It might be in your homelands

Holy wars

Upon my podium, as the
Know it all scholar
Down in my seat of judgement
Gavel’s bang, uphold the law
Up on my soapbox, a leader
Out to change the world
Down in my pulpit as the holier
Than-thou-could-be-messenger of God

Wage the war on organized crime
Sneak attacks, repel down the rocks
Behind the lines
Some people risk to employ me
Some people live to destroy me
Either way they die.

They killed my wife, and my baby
With hopes to enslave me
First mistake…last mistake!
Paid by the alliance,
to slay all the giants
Next mistake…no more mistakes!

Fill the cracks in, with judicial granite
Because I don’t say it,
don’t mean I ain’t thinking it
Next thing you know,
they’ll take my thoughts away
I know what I said, now
I must scream of the overdose
And the lack of mercy killings.

Guerre sante…la giusta punizione

Il fratello ucciderà il fratello
Spargendo sangue attraverso la terra
Uccidere per la religione
E’ una cosa che non capisco

Stolti come me, che attraversano il mare
E arrivano in terre straniere
chiedete alla massa sulle loro credenze
Ucciderai su comando di Dio?

Un paese che è stato diviso
Sicuramente non resisterà
Il mio passato è stato cancellato, basta disgrazie
Nessuno stupido nativo è più in piedi

La fine è vicina, è chiaro
Fa tutto parte del grande piano
Non guardare ora verso l’Israele
Potrebbe essere la tua terra natia

Guerre sante

Sono sopra il mio podio come
Lo scolaro “so-tutto-io”
Oppure in basso, nella mia sedia di giudizio
Un colpo di martelletto, difende la legge
Sopra il mio palco improvvisato, un leader
Che è arrivato per cambiare il mondo
In basso nel mio pulpito come il
Bigotto Messaggero di Dio

Inizia la guerra sul crimine organizzato
Attacchi codardi, respingere giù dalle rocce
Dietro le linee
Certa gente rischia ad assumermi
Certa gente vive per distruggermi
Entrambi muoiono

Hanno ucciso mia moglie e il mio bambino
Sperando di schiavizzarmi
Primo sbaglio… Ultimo sbaglio!
Vengo pagato dall’alleanza,
per schiavizzare tutti i giganti
Prossimo errore… Basta errori!

Riempio i buchi, con granito giudiziale
Perchè se non lo dico
non significa che non lo sto pensando
La prossima cosa che saprai è
che mi hanno portato via i pensieri
So cosa ho detto, ora
devo urlare della dose eccessiva
E la mancanza di uccisioni misericordiose

Tags:, - 7.248 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .