Hangar 18 – Megadeth

Hangar 18 è la traccia numero due ed il secondo singolo del quarto album dei Megadeth, Rust in Peace, uscito il 24 settembre del 1990.

Formazione Megadeth (1990)

  • Dave Mustaine – voce, chitarra
  • Marty Friedman – chitarra
  • David Ellefson – basso
  • Nick Menza – batteria

Traduzione Hangar 18 – Megadeth

Testo tradotto di Hangar 18 (Mustaine, Menza) dei Megadeth [Capitol]

Hangar 18

Welcome to our fortress tall
Take some time to show you around
Impossible to break these walls
For you see the steel is much too strong
Computer banks to rule the world
Instruments to sight the stars

Possibly I’ve seen too much
Hangar 18 I know too much.

Foreign life forms inventory
Suspended State of cryogenics
Selective amnesia’s the story
Believed foretold
but who’d suspect
The military intelligence
Two words combined
that can’t make sense

Possibly I’ve seen too much
Hangar 18 I know too much.

Hangar 18

Benvenuto nella nostra alta fortezza
Prendi tempo per farti riconoscere
È impossibile rompere questi muri
Per voi vedere l’acciaio è troppo duro
Computer per regolare il mondo
Strumenti per osservare le stelle

Probabilmente ho visto troppo
Ho saputo troppo dell’hangar 18

Un inventario di forme di vita straniere
Sospese in uno stato criogenico
Questa storia è un amnesia selettiva
Era stata predetta,
ma chi l’avrebbe mai immaginato?
L’ intelligence militare
Sono due parole
che combinate non hanno senso

Probabilmente ho visto troppo
Ho saputo troppo dell’hangar 18

Tags: - 3.309 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .