Infinite dreams – Iron Maiden

Infinite dreams (Sogni infiniti) è la traccia numero due del settimo album degli Iron Maiden, Seventh Son of a Seventh Son, pubblicato l’11 aprile del 1988. Il brano è stato anche pubblicato come singolo in versione live il 6 novembre del 1989.

Formazione Iron Maiden (1988)

  • Bruce Dickinson – voce
  • Dave Murray – chitarra
  • Adrian Smith – chitarra
  • Steve Harris – basso
  • Nicko McBrain – batteria

Traduzione Infinite dreams – Iron Maiden

Testo tradotto di Infinite dreams (Harris) degli Iron Maiden [EMI]

Infinite dreams

Infinite dreams I can’t deny them
Infinity is hard to comprehend
I couldn’t hear those screams
Even in my wildest dreams

Suffocation waking in a sweat
Scared to fall asleep again
In case the dream begins again
Someone chasing I cannot move
Standing rigid a nightmare’s statue
What a dream when will it end
And will it transcend?

Restless sleep the minds in turmoil
One nightmare ends another fertile
It’s getting to me so scared to sleep
But scared to wake now,
in too deep.

Even though it’s reached new heights
I’d rather like the restless nights
It makes me wonder it makes me think
There’s more to this
I’m on the brink
It’s not the fear of what’s beyond
It’s just that I might not respond
I have an interest almost craving
But would I like to get too far in?

Can’t all be coincidence
Too many things are evident
You tell me you’re an unbeliever
Spiritualists? Well me I’m neither
Wouldn’t you like to know the truth?
Oh what’s out there to have the proof
And find out just which side you’re on
Where would you end in Heaven or in Hell?

Help me. Help me to find my true
Self without seeing the future
Save me, save me from torturing
Myself even within my dreams

There’s got to be just more to it than this
Or tell me why do we exist
I’d like to think that when I die
I’d get a chance another time
And to return and live again
Reincarnate, play the game
Again and again and again.

Sogni infiniti

Sogni infiniti non posso negarli
L’infinito è difficile da comprendere
Non potrei ascoltare quelle urla
Nemmeno nei miei sogni più selvaggi

Soffoco e mi sveglio in un bagno di sudore
Temendo di riaddormentarmi
Il sogno potrebbe ricominciare
Qualcuno mi insegue e non mi posso muovere
Rimango rigido statua di un incubo
Che sogno, quando finirà
E potrò superarlo?

Sonno agitato mente confusa
Un incubo finisce ed un altro ha inizio
Facendomi temere di addormentarmi
Ma ho paura di svegliarmi ora
troppo in profondità

Anche se si è arrivati ad un nuovo livello
Preferisco le notti agitate
Mi stupiscono e mi fanno pensare
Che ci sia qualcosa più di questo,
sono sull’orlo del baratro
Non è la paura di cosa ci sia dall’altra parte
Ma non so se saprei reagire
Sono curioso, quasi lo bramo
Ma mi piacerebbe davvero esserci dentro?

Non può essere tutto una coincidenza
Troppe cose sono evidenti
Mi dici che non ci credi
Spiritualista? Nè l’uno nè l’altro
Ma non ti piacerebbe conoscere la verità
Cosa c’è fuori di qui per avere la prova
E capire solamente da che parte stai
Dove vorresti finire, in paradiso o all’inferno?

Aiutatemi, aiutatemi a trovare il vero me stesso
Senza guardare il futuro
Salvatemi, salvatemi dalla tortura
Che subisco persino nei miei sogni

Deve esserci più di questo
Oppure dimmi perchè esistiamo
Mi piace pensare che quando morirò
Avrò un’altra possibilità
Di tornare e vivere un’altra volta
Reincarnarmi e giocare la partita
Ancora e ancora e ancora

Tags: - 4.584 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .