Angel City – Motörhead

Angel City (La città degli angeli) è la traccia numero sette del nono album dei Motörhead, 1916, pubblicato il 2 febbraio del 1991.

Formazione Motörhead (1991)

  • Lemmy Kilmister – voce, basso
  • Phil Campbell – chitarra
  • Würzel – chitarra
  • Phil Taylor – batteria

Traduzione Angel City – Motörhead

Testo tradotto di Angel City (Kilmister) dei Motörhead [WTG]

Angel City

I wanna grow my hair,
live in Bel Air,
Lose my head,
keep a live snake in my bed,
I wanna backstage pass,
drink Bon Jovi´s booze for free,
I wanna be a star
& buy a hundred guitars,
Eat everything I can bite,
I wanna feel a little danger,
feel a little stranger,
Angel City tonight,

I got a buncha boys,
we make a lot of noise,
Little bit crazy,
playing with chemical toys,
We’re such bad ass dudes,
Almost can’t stand it myself,
I wanna get the crabs
in my elegant rags,
Make my mom & daddy uptight,
I wanna be an intellectual, heterosexual,
Angel City tonight,

I’m gonna live in L.A. drinkin´ all day,
Lay by the pool & let
the record company pay,
Talking to the devil on
the bathphone all of the time,
I’m gonna kick ass,
I´m gonna spit broken glass,
I’m gonna shoot out all of your lights,
I wanna eat dirt,
I´m gonna eat my own shirt,
Angel City tonight,

Angel City, Angel City,
the way I’m used is a shame and a pity,
Angel City, Angel City,
rock ´n´ roll alright,
Angel City, Angel City,
the women here ain´t got no pity,
Angel City, Angel City,
shape up and fly right.

La città degli angeli

Voglio farmi crescere i capelli,
vivere a Bel Air
Voglio perdere la testa
e tenere un serpente vivo nel mio letto
Voglio un pass per il backstage
e bere gratis l’alcool di Bon Jovi
Voglio diventare una star
e comprare cento chitarre
Voglio mangiare tutto ciò che riesco a mordere
Voglio provare l’emozione del pericolo,
sentirmi uno straniero
Stanotte, nella città degli angeli

Ho un gruppo di amici,
facciamo un casino infernale
Siamo un po’ pazzi,
giochiamo con dei giocattoli chimici
Siamo degli stronzi bastardi
Nemmeno io riesco a sopportare me stesso
Voglio prendere le piattole
nei miei stracci eleganti
Voglio mettere in tiro i miei genitori
Voglio essere un intellettuale, un eterosessuale
Stanotte, nella città degli angeli

Vivrò a Los Angeles e berrò tutto il giorno
Mi riposerò in piscina
e farò pagare la casa discografica
Parlerò tutto il tempo
con il diavolo al telefono
Spaccherò,
sputerò dei vetri rotti
Distruggerò tutte le vostre luci
Voglio mangiare la polvere,
mangerò la mia stessa maglietta
Stanotte, nella città degli angeli

La città degli angeli, la città degli angeli,
prima vivevo in modo vergognoso
La città degli angeli, la città degli angeli,
va bene per il rock ‘n’ roll
La città degli angeli, la città degli angeli,
qua le donne sono spietate
La città degli angeli, la città degli angeli,
mi farò un nome e volerò in alto

Tags:, - 315 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .