Children of the damned – Iron Maiden

Children of the damned (Figli dei dannati) è la traccia numero due del terzo album degli Iron Maiden, The number of the beast pubblicato il 22 marzo del 1982. Children Of The Damned, scritta da Steve Harris, parla di sei bambini, dotati di particolari poteri psichici, che sono costretti a lottare per la loro sopravvivenza contro la razza umana. Il brano si ispira al film omonimo del 1963 (In Italia Il villaggio dei dannati) di Wolf Rilla, a sua volta basato sul libro The Midwich Cuckoos di John Wyndham.

Formazione degli Iron Maiden (1982)

  • Bruce Dickinson – voce
  • Dave Murray – chitarra
  • Adrian Smith – chitarra
  • Steve Harris – basso
  • Clive Burr – batteria

Traduzione Children of the damned – Iron Maiden

Testo tradotto di Children of the damned (Harris) degli Iron Maiden [EMI]

Children of the damned

He’s walking like a small child
But watch his eyes burn you away
Black holes in his golden stare
God knows he wants to go home
Children of the damned

He’s walking like a dead man
If he had lived he would
crucified us all
Now he’s standing
on his last step
He thought oblivion
well it beckons us all
Children of the damned

Now it’s burning his hands
he’s turning to laugh
Smiles as the flame
sears his flesh
Melting his face
screaming in pain
Peeling the skin from his eyes
Watch him die
according to plan
He’s dust on ground
what did we learn

You’re children of the damned
Your back’s against the wall
You turn into the light
You’re burning in the night
You’re children of the damned
Like candles watch them burn
Burning in the light
You’ll burn again tonight
Children of the damned

Figli dei dannati

Cammina come un bambinetto,
ma guarda i suoi occhi ti incendiano
Buchi neri nel suo sguardo dorato,
Dio sa che vuole tornare a casa
Figli dei dannati

Cammina come un morto,
se avesse vissuto ci avrebbe
crocifissi tutti quanti
Ora è fermo
nel suo ultimo passo,
ha pensato all’oblio
che ci attira tutti
Figli dei dannati

Ora gli sta bruciando le mani,
si mette a ridere
Sorride mentre le fiamme
gli bruciano la carne
Si fonde il suo volto,
gridando di dolore
Si ritira la pelle dai suoi occhi
Guardalo morire
secondo quanto previsto
È polvere al suolo,
cos’abbiamo imparato?

Siete figli dei dannati,
avete le spalle al muro
Vi trasformate nella luce,
bruciate nella notte
Siete figli dei dannati,
li guardate bruciare come candele
Bruciare nella luce,
brucerete ancora stanotte
Figli dei dannati.

Tags:, , - 3.848 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .