Mental slavery – Kreator

Mental slavery (Schiavitù mentale) è la decima e ultima traccia del quinto album dei Kreator, Coma Of Souls, pubblicato il 6 novembre del 1990.

Formazione Kreator (1990)

  • Mille Petrozza – voce, chitarra
  • Frank Gosdzik – chitarra
  • Rob Fioretti – basso
  • Jürgen Reil – batteria

Traduzione Mental slavery – Kreator

Testo tradotto di Mental slavery (Petrozza) dei Kreator [Noise]

Mental slavery

Land of solitude
A place of horror dark and cruel
There’s no need to seek the truth
Opinions are provided for you

Innocence of youth
Full of visionary fantasies
From subconscious laboratories
Try to break the chains of barbarity

Servants to mother machine
Nursed by video screens
Paradise of insanity
Born into a grave of

Mental slavery
Lost in dark reality
Mental slavery

Memories of the past
Holy empires of harmony
Visions only children see
Are soon removed by society

Replaced by numbing fear
The horror show of rules sets in
Total control of thought begins
Another car on the highway
of sin

Servants to mother machine
Nursed by video screens
Paradise of insanity
Born into a grave of

Mental slavery
Lost in dark reality
Mental slavery

Just one of a million slaves
An expendable commodity
This song’s for those who serve
The system of terror
That rules the earth

Schiavitù mentale

In una terra di solitudine
Un luogo fatto di orrore, oscurità e crudeltà
Non c’è bisogno di cercare la verità
Le opinioni vengono procurate

L’innocenza dei giovani
È piena di fantasie visionarie
Ma in dei laboratori subconsci
Si prova a spezzare le catene della barbarie

Sono dei servi della macchina madre
Vengono cullati da degli schermi
È il paradiso della pazzia
Sono nati in una tomba, succubi alla

Schiavitù mentale
Sono persi in un’oscura realtà
Schiavitù mentale

I ricordi del passato
Sono dei sacri imperi armoniosi
Le visioni che solo i bambini possono vedere
Vengono presto rimosse dalla società

Le visioni vengono rimpiazzate dalla paura
Lo spettacolo dell’orrore apre i battenti
Inizia il controllo del loro pensiero
Un’altra macchina entra nell’autostrada
del peccato

Sono dei servi della macchina madre
Vengono cullati da degli schermi
È il paradiso della pazzia
Sono nati in una tomba, succubi alla

Schiavitù mentale
Sono persi in un’oscura realtà
Schiavitù mentale

Sono solo uno tra un milione di schiavi
È una comodità molto costosa
Questa canzone è per coloro che servono
Il sistema del terrore
Che governa la Terra

Tags: - 104 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .