The garden – Guns N’ Roses

The garden (Pioggia di novembre) è la traccia numero undici del terzo album di Guns N’ Roses, Use Your Illusion I, pubblicato il 17 settembre del 1991. Il brano venne scritto prima che la band pubblicasse Appetite for Destruction, ma non fu inserita in quell’album. The Garden vede la partecipazione vocale di Alice Cooper e di Shannon Hoon (Blind Melon).

Formazione Guns N’ Roses (1991)

  • Axl Rose – voce
  • Slash – chitarra
  • Izzy Stradlin – chitarra
  • Duff McKagan – basso
  • Matt Sorum – batteria
  • Dizzy Reed – tastiere

Traduzione The garden – Guns N’ Roses

Testo tradotto di The garden (Arkeen, Del James, Rose) dei Guns N’ Roses [Geffen]

The garden

You know you’re all alone
Your friends they aren’t at home
Everybody’s gone to the garden
As you look into the trees
You can look but you don’t see
The flowers seem to tease you at the garden
Everybody’s there, but you don’t seem to care
What’s it with you man, and this garden

Turned into my worst phobia
A crazy man’s utopia
If you’re lost no one can show ya
But it sure was glad to know ya
Only poor boys take a chance
On the garden’s song and dance
Feel her flowers as they wrap around
But only smart boys do without

You can find it all inside
No need to wrestle with your pride
No you ain’t losin’ your mind
You’re just in the garden
They can lead you to yourself
Or you can throw it on the shelf
But you know you can look inside
For the garden

I wasn’t really scared
Lost my virginity there
To a gypsy with blond hair
But now no one seems to care
Like a mouse inside a maze
Wandering ’round four days
With a smile upon my face

I never want to leave this place
Only poor boys take a chance
On the garden’s song and dance
Feel her flowers as they wrap around
But only smart boys do without

Turned into my worst phobia
A crazy man’s utopia
If you’re lost no one can show ya
But it sure was glad to know ya
Bye bye
So long, bye bye
It’s glad to know ya
Bye bye
Bye bye
Aw…so long

Pioggia di novembre

Sai di essere solo
I tuoi amici sono usciti
Sono andati tutti al giardino
Guardi fra gli alberi
Guardo ma non vedi
Nel giardino i fiori sono dispettosi
Loro son tutti lì ma forse non ti importa
Che succede amico, a te e a questo giardino?

Prigioniero della peggior paura
L’utopia di un pazzo
Se ti perdi nessuno può indicarti la strada
Ma per lui di certo è stato un piacere incontrarti
Solo i poveracci scommettono
Sulla danza e sul canto del giardino
Senti i suoi fiori che ti avvolgono
Solo i furbi ne fanno a meno

Lì dentro trovi tutto
E neanche fai a pugni con il tuo orgoglio
No, non è che vai fuori
Sei solo nel giardino
Possono guidarti a te stesso
E tu puoi gettar via tutto
Ma sai che il giardino
Puoi cercartelo dentro

Non è che avessi paura
Lì ho perso la mia verginità
Con una zingara bionda
Ora non importa a nessuno
Come un topo in un labirinto
Giro in tondo e confuso
con un sorriso sul mio viso

Non me ne andrò mai
Solo i poveracci scommettono
Sulla danza e sul canto del giardino
Senti i suoi fiori che ti avvolgono
Solo i furbi ne fanno a meno

Prigioniero della peggior paura
L’utopia di un pazzo
Se ti perdi nessuno può indicarti la strada
Ma per lui di certo è stato un piacere incontrarti
Ciao
Addio, ciao
Piacere di conoscerti
Ciao
Ciao
Oh…addio

Tags: - 2.929 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .