Love and death – Virgin Steele

Love and death (Amore e morte) è l’undicesima traccia della ristampa fatta nel 1996 del terzo album dei Virgin Steele, Noble Savage, pubblicato nel 1986.

Formazione Virgin Steele (1986)

  • David DeFeis – voce, tastiere
  • Ed Pursino – chitarra
  • Joe O’Reilly – basso
  • Joey Ayvazian – batteria

Traduzione Love and death – Virgin Steele

Testo tradotto di Love and death (DeFeis, Pursino) dei Virgin Steele [Cobra Records]

Love and death

Offer me your mouth my dear
Let me hold communion with your flesh
Look into my eyes and fear
Follow in the footsteps of the Blest

Come the dawn on judgement day
Will heaven let you in
To walk the ralm of sorrow
Seven deadly sins

Love and death
Love and death
Love and death

Drink the wine of poison fruit
Dance in bitter tears beyond the tomb
Lay with me in pools of blood
Swim the seven seas of rage and ruin

Alive for all eternity
To join the Seraphim
To wander in the darkness
For seven deadly sins

Love and death
Love and death
Love and death

Pale drenched in moonlight
You’re a servant of the damned

Iron wings of ecstasy,
a promise in the sand
Time will make you mine
Stolen shades of agony, cut you to the bone
Time will make you mine
Come to dawn on judgement day
Will heaven let you in
To walk the realm of sorrow…

Amore e morte

Offrimi la tua bocca, mia cara
Lascia che faccia comunione con la tua carne
Guardami negli occhi e abbi paura
Segui i passi della bestia

Quando arriverà il giorno del giudizio
Il paradiso non ti aprirà i suoi cancelli
E camminerai nel reame del dolore
Per sette peccati mortali

Amore e morte
Amore e morte
Amore e morte

Bevi il vino del frutto avvelenato
Balla nella tomba piangendo lacrime amare
Distenditi insieme a me nelle pozze di sangue
E nuota nei sette mari della furia e della rovina

Vivrai per l’eternità
Potrai unirti al Sephim
Vagherai nell’oscurità
Per sette peccati mortali

Amore e morte
Amore e morte
Amore e morte

Sei pallida, vieni illuminata dalla luce della luna
Sei una serva dei dannati

Le ali di ferro dell’estasi
sono una promessa nella sabbia
Il tempo ti renderà mia
Le ombre dell’agonia ti strapperanno le ossa
Il tempo ti renderà mia
Quando arriverà il giorno del giudizio
Il paradiso non ti aprirà i suoi cancelli
E camminerai nel reame del dolore…

Tags: - 72 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .