Necropolis – Kamelot

Necropolis (Città dei morti) è la traccia numero sette del nono album dei Kamelot, Poetry for the Poisoned pubblicato il 10 settembre del 2010. [♫ video ufficiale ♫]

Formazione Kamelot (2010)

  • Roy Khan – voce
  • Thomas Youngblood – chitarra
  • Sean Tibbetts – basso
  • Casey Grillo – batteria
  • Oliver Palotai – tastiere

Traduzione Necropolis – Kamelot

Testo tradotto di Necropolis (Khan, Youngblood, Paeth) dei Kamelot [Edel]

Necropolis

Sunshine, swell life,
soak in another day.
All that I need is
a reason to go.

You and I could fly away,
we’d go up and never come
back down from Heaven,
you know…

Wake me, revolve in my wounds.
Lay down your enemy on the
altar of refined deception.

Hate me, I’m all over you!
Reset the harmony like
a fire in the night.

Pushing closer,
east side silence.
One last warning!
West side,
let all be friends.

Every nation,
thank you for putting
down our arms.

“This was the war
to end all wars.
This was the war
to save democracy.”

Wake me like nails in my spine.
Let’s play the tragedy in the
fire of a last temptation.

Hate me for wasting my time
on commonalities, in the
name of self respect.

Don’t wait too long,
don’t harvest too late.
May I wish you won’t
believe in your fate.

Wake me, revolve in my wounds.
Lay down your enemy in the
fire of a last temptation.

Hate me for wasting my time
on commonalities, in this
city of the dead.

Città dei morti

Sole, ottima vita,
immergiti in un altro giorno
Tutto ciò di cui ho bisogno è
un motivo per andare.

Io e te potremmo volare via
Saliremmo su senza tornare mai
di nuovo giù dal cielo,
Lo sai…

Svegliami, gira il dito nelle mie ferite
Distendi il tuo nemico
sull’altare di un inganno raffinato

Odiami, sono dappertutto!
Ripristina l’armonia come
un fuoco nella notte.

Avvicinandosi,
silenzio sul lato est.
Un ultimo avvertimento!
Lato ovest,
lascia che tutti siano amici.

Ogni nazione,
Grazie per aver
abbassato le nostre braccia.

“Questa è stata la guerra
per far finire tutte le guerre.
Questa è stata la guerra
per salvare la democrazia “.

Svegliami, come chiodi nella schiena
Che la tragedia si svolga nel
fuoco di un’ultima tentazione

Odiami per aver sprecato il mio tempo
sui punti in comune, nel
nome del rispetto di sé.

Non aspettare troppo a lungo
non aspettare a raccogliere
Forse potrei volere che tu
non creda al tuo destino

Svegliami, gira il dito nelle mie ferite
Distendi il tuo nemico
sul fuoco dell’ultima tentazione

Odiami per aver sprecato il mio tempo
sui punti in comune, in
questa città di morti.

Cosa ne pensi?
[Totale: 0 Media: 0]
You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *