If tomorrow came – Kamelot

If tomorrow came (Se arrivasse il domani) è la traccia numero due del nono album dei Kamelot, Poetry for the Poisoned pubblicato il 10 settembre del 2010.

Formazione Kamelot (2010)

  • Roy Khan – voce
  • Thomas Youngblood – chitarra
  • Sean Tibbetts – basso
  • Casey Grillo – batteria
  • Oliver Palotai – tastiere

Traduzione If tomorrow came – Kamelot

Testo tradotto di If tomorrow came (Khan, Paeth) dei Kamelot [Edel]

If tomorrow came

I’m not sure
If she could ease your pain
You’ve been gone for a while
Crushed your heart and soul
And teased your bane
Hush your mouth
Here she comes
Watch out

She can see you
Like the hounds of hell
Smell your fear when you flee
Here she comes
Velvet ocean paradise
The power sorceress
At your finger tips
God made flesh
Perfect alibi

You saw her walking
Over poison ivy leaves
Nobody knows her name
But something must have
Opened your eyes it seems
Cause nothing is quite the same

I’m not sure about a thing
You know
Days are long in the haze
Here she comes
Velvet ocean paradise
The power sorceress
Get a glimpse of god
Here she comes
With her good advice

You wanted every single moment
You’ve resigned
Knowing there’s none to blame
You might as well
I swear on my life you tried
As if tomorrow came

Searching in the deepest forest
Merging with belief you saw her
All you’ve seen and all you’ve known
Tells you that she kept you warm

You saw her walking
Over poison ivy leaves
Nobody knows her name
But something must have
Opened your eyes it seems
Cause nothing is quite the same

You wanted every single moment
You’ve resigned
Knowing there’s none to blame
You might as well
I swear on my life you tried
As if tomorrow came

Se arrivasse il domani

Non sono sicuro
che lei possa placare il tuo dolore.
Te ne sei andato per un po’,
hai frantumato il tuo cuore e la tua anima
e hai deriso la tua rovina.
Chiudi la bocca,
lei sta arrivando.
Fai attenzione.

Lei può trovarti
come i segugi dell’inferno
Annusa la tua paura quando scappi
Eccola che arriva
paradiso di un oceano di velluto
La potente maga
a portata di mano
Dio fatto carne
Alibi perfetto

L’hai vista camminare
sopra foglie di edera velenosa
Nessuno conosce il suo nome
ma qualcuno deve averti
aperto gli occhi sembra
perché nulla è più o meno come prima

Non sono sicuro di niente
Tu lo sai
I giorni sono lunghi nell’incertezza
Ecco che arriva
paradiso di un oceano di velluto
Il potere della strega
Hai un assaggio di dio
Ecco che arriva
con i suoi buoni consigli

Tu volevi ogni singolo momento
Ti sei rassegnato
sapendo che non c’era nessuno da incolpare
Lo potresti anche fare
Giuro sulla mia vita che ci hai provato
Come se ci fosse un domani

Cercando nella foresta più profonda
Fondendoti alla fede l’hai vista
Quello che hai visto e quello che hai saputo
ti dicono che lei ti ha tenuto al caldo

L’hai vista camminare
sopra foglie di edera velenosa
Nessuno conosce il suo nome
ma qualcuno deve averti
aperto gli occhi sembra
perché nulla è più o meno come prima

Tu volevi ogni singolo momento
Ti sei rassegnato
sapendo che non c’era nessuno da incolpare
Lo potresti anche fare
Giuro sulla mia vita che ci hai provato
Come se ci fosse un domani

Tags: - Visto 103 volte

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un sito fatto col ♥ per amore del metal e hard rock! I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Si consiglia di utilizzare Firefox o Chrome. .