Passenger – Deftones

Passenger (Passeggero) è la traccia numero nove del terzo album dei Deftones, White Pony, pubblicato il 20 giugno del 2000. Il brano vede la partecipazione di Maynard James Keenan.

Formazione Deftones (2000)

  • Chino Moreno – voce, chitarra
  • Stephen Carpenter – chitarra
  • Chi Cheng – basso
  • Abe Cunningham – batteria
  • Frank Delgado – tastiere

Traduzione Passenger – Deftones

Testo tradotto di Passenger (Moreno, Carpenter, Cheng, Cunningham, Delgado, Keenan) dei Deftones [Maverik]

Passenger

Here I lay
Still and breathless
Just like always
Still, I want some more
Mirrors sideways
Who cares what’s behind?
Just like always
Still your passenger

Chrome buttons buckles and leather surfaces
These and other lucky witnesses
Now to calm me
Take me around again
Drive faster

Roll the windows down
This cool night air is curious
Let the whole world look in
Who cares who sees anything?
I’m your passenger
I’m your passenger

Drop these down
Then put them on me
Nice cool seats
There to cushion your knees
Now to calm me
Take me around again
Just don’t pull over
This time would you please
Drive faster

Roll the windows down
This cool night air is curious
Let the whole world look in
Who cares who sees what tonight?
Roll these misty windows down
To catch my breath again
And then go and go and go just drive me
Home then back again

Here I lay just like always
Don’t let me go
Take me to the edge

Passeggero

Mi sdraio qui
Immobile e senza fiato
Come sempre
Immobile, voglio di più
Specchi laterali
A chi importa cosa ci sia dietro?
Come sempre
Sono ancora il tuo passeggero

Fibbie con bottoni di cromo e superfici di cuoio
Questi ed altri testimoni fortunati
Per calmarmi
Portatemi ancora in giro
Guida più veloce

Abbassa i finestrini
Questa fredda aria notturna è curiosa
Lascia che il mondo interno guardi dentro
A chi gliele frega di chi non vede niente?
Sono il tuo passeggero
Sono il tuo passeggero

Lasciali cadere
Poi mettili su di me
Che bei posti
Per attutire le tue ginocchia
Per calmarmi
Portatemi ancora in giro
Non accostatevi
Questa volta, potresti, per favore,
Guidare più veloce?

Abbassa i finestrini
Questa fredda aria notturna è curiosa
Lascia che il mondo interno guardi dentro
A chi gliele frega di cosa vede stanotte?
Abbassa questi finestrini appannati
Per riprendere fiato
Per poi andare, andare e andare, portami
A casa, per poi tornare

Qui mi sdraio come sempre
Non lasciarmi andare
Portami fino al limite

*traduzione inviata da El Dalla

Tags: - Visto 26 volte

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un sito fatto col ♥ per amore del metal e hard rock! I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Si consiglia di utilizzare Firefox o Chrome. .