Crisis – Fear Factory

Crisis (Crisi) è la traccia numero quattro dell’album di debutto dei Fear Factory, Soul of a New Machine, pubblicato il 25 agosto del 1992. Particolarità del brano è la presenza di spezzoni dal famoso film di Stanley Kubric, Full Metal Jacket, diretto nel 1987. In particolare viene usata la celeberrima scena della preghiera del fucile, dove i soldati della caserma giurano fedeltà alla propria arma prima di coricarsi per la notte. Il brano è anche la traccia numero quattro dell’album Concrete.

Formazione Fear Factory (1992)

  • Burton C. Bell – voce
  • Dino Cazares – chitarra, basso
  • Raymond Herrera – batteria

Traduzione Crisis – Fear Factory

Testo tradotto di Crisis Green Man (Bell, Cazares, Herrera) dei Fear Factory [Roadrunner]

Crisis

“…Hey sergeant,
do you know who’s in command here?”
“…Motherfucker…”

“…Hey sergeant,
do you know who’s in command here?”
“…Motherfucker…”

“…Hey sergeant,
do you know who’s in command here?”
“…Motherfucker…”

“…Motherfucker…”
“…Motherfucker…”

You that I despise
Repentance of sorts
Death comes naturally
Not from a hated war

Repentance
Repentance of faith
Repentance of hope
Repentance of hate

Not my war
Soldiers marching on
Not my war
Soldiers marching on

On your feet!
Crisis at hand
On your feet soldier!
Crisis at hand
On your feet soldier!
On your feet motherfucker!

Not my war
Soldiers marching on
Not my war
Soldiers marching on

Crisis
Crisis
Crisis

“…This is my rifle.
there are many like this
but this one is mine.
my rifle is my best friend.
It is my life.
I must master it
as I must master my life.
without me my rifle is useless.
without my rifle, I am useless…”

Not my war
Soldiers marching on
Not my war
Soldiers marching on

Crisis
Crisis
Crisis
Crisis

Crisi

“…Hey sergente,
sai chi è al comando qui?”
“…Figlio di puttana…”

“…Hey sergente,
sai chi è al comando qui?”
“…Figlio di puttana…”

“…Hey sergente,
sai chi è al comando qui?”
“…Figlio di puttana…”

“…Figlio di puttana…”
“…Figlio di puttana…”

Tu ch’io disprezzo
Contrizione degl’ordini
La morte giunge con naturalezza
Non da un’odiata guerra

Contrizione
Contrizione della fede
Contrizione della speranza
Contrizione dell’odio

Non è la mia guerra
Soldati continuano a marciare
Non è la mia guerra
Soldati continuano a marciare

In piedi!
Crisi alla mano
In piedi soldato!
Crisi alla mano
In piedi soldato!
In piedi figlio di puttana!

Non è la mia guerra
Soldati continuano a marciare
Non è la mia guerra
Soldati continuano a marciare

Crisi
Crisi
Crisi

“…Questo è il mio fucile.
Ce ne sono tanti come lui
ma questo è il mio
Il mio fucile è il mio migliore amico.
È la mia vita.
Io debbo dominarlo
come domino la mia vita.
Senza di me il mio fucile non è niente.
Senza il mio fucile, Io sono niente…”

Non è la mia guerra
Soldati continuano a marciare
Non è la mia guerra
Soldati continuano a marciare

Crisi
Crisi
Crisi
Crisi

* traduzione inviata da Stefano Quizz

Tags: - 108 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .