Eat the rich – Krokus

Eat the rich (Mangia il ricco) è la traccia numero due del settimo album dei Krokus, Headhunter, pubblicato il 30 novembre del 1983. Il titolo fa riferimento ad una frase attribuita a Jean-Jacques Rousseau: “Quando i poveri non avranno più niente da mangiare, mangeranno i ricchi!”.

Formazione Krokus (1983)

  • Marc Storace – voce
  • Fernando Von Arb – chitarra
  • Mark Kohler – chitarra
  • Chris Von Rohr – basso
  • Steve Pace – batteria

Traduzione Eat the rich – Krokus

Testo tradotto di Eat the rich (Storace, Von Arb, Kiefer, Von Rohr, Steady) dei Krokus [Ariola]

Eat the rich

I’ve been down, I’ve been beat,
I’ve been tossed into the street
Beggin’ nickels, beggin’ dimes
just to get my bottle of wine

Some say life she’s a lady,
kinda soft, kinda shady
I can tell you life is rich,
she’s no lady, she’s a bitch

They suck my body out,
but friend there is no doubt
I’m gonna pay the devil his dues,
‘cause I’m sick of being abused

Eat the rich, eat the rich,
don’t you know life is a bitch
Eat the rich, eat the rich,
out of the palace and into the ditch

Steal my money, steal my car,
took my woman and my old guitar
Runnin’ crazy, runnin’ wild,
blind alley in my mind

Just can’t fight the temptation
it’s become my inspiration
Gonna get myself an axe, break some heads,
break some backs

They suck my body out,
but friend there is no doubt
I’m gonna pay the devil his dues,
‘cause I’m sick of being abused

Eat the rich, eat the rich,
don’t you know life is a bitch
Eat the rich, eat the rich,
out of the palace and into the ditch

Don’t stop me

Eat the rich, eat the rich,
don’t you know life is a bitch
Eat the rich, eat the rich,
out of the palace and into the ditch

Eat the rich, eat the rich,
don’t you know life is a bitch
Eat the rich, eat the rich,
out of the palace and into the ditch

Out of the palace and into the ditch
They suck my body out

Mangia il ricco

Sono stato giù, sono stato picchiato
Sono stato gettato in strada
Implorando per delle monetine
solo per prendermi una bottiglia di vino

Alcuni dicono che la vita è una signora,
un po’ dolce, un po’ ambigua
Posso dirti che la vita è intensa
non è una signora, è una sgualdrina

Mi rovinano completamente
ma amico non c’è dubbio
Pagherò quello che deve al diavolo
perché sono stando di essere abusato

Mangia i ricchi, mangia i ricchi,
non sai che la vita è una sgualdrina
Mangia i ricchi, mangia i ricchi,
fuori dal palazzo e dentro nel fosso

Rubano il mio denaro, la mia macchina
prendono la mia donna e la mia vecchia chitarra
Sto impazzendo, mi sto incazzando
un vicolo cieco nella mia mente

Non riesco proprio a combattere la tentazione,
è diventata la mia ispirazione
Mi prenderò un’ascia, romperò alcune teste,
romperò alcune schiene

Mi rovinano completamente
ma amico non c’è dubbio
Pagherò quello che deve al diavolo
perché sono stando di essere abusato

Mangia i ricchi, mangia i ricchi,
non sai che la vita è una sgualdrina
Mangia i ricchi, mangia i ricchi,
fuori dal palazzo e dentro nel fosso

Non fermarmi

Mangia i ricchi, mangia i ricchi,
non sai che la vita è una sgualdrina
Mangia i ricchi, mangia i ricchi,
fuori dal palazzo e dentro nel fosso

Mangia i ricchi, mangia i ricchi,
non sai che la vita è una sgualdrina
Mangia i ricchi, mangia i ricchi,
fuori dal palazzo e dentro nel fosso

Fuori dal palazzo e dentro nel fosso
Mi rovinano completamente

Ti potrebbe interessare anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

??!