God of sick dreams – Avatar

God of sick dreams (Dio dei sogni malati) è la traccia numero quattro dell’ottavo album degli Avatar, Hunter Gatherer, pubblicato il 7 agosto del 2020.

Formazione Avatar (2020)

  • Johannes Eckerström – voce
  • Jonas “Kungen” Jarlsby – chitarra
  • Tim Öhrström – chitarra
  • Henrik Sandelin – basso
  • John Alfredsson – batteria

Traduzione God of sick dreams – Avatar

Testo tradotto di God of sick dreams degli Avatar [eOne]

God of sick dreams

Just save the child
Leave me to die

No escape and no-one cares
Purple lightning, spheric shapes
Body fears what mind creates
I swim across
I won’t wake if you don’t sleep
Fingers search for torn up seams
Lips make shapes of silent screams
I swim across

I am the god of sick dreams
A city torn by mischief
Your fantasies still buried
I am the god of sick dreams

Hideous shape
In my image

No escape and no-one cares
Purple lightning, spheric shapes
Body fears what mind creates
I swim across
I won’t wake if you don’t sleep
Fingers search for torn up seams
Lips make shapes of silent screams
I swim across

I am the god of sick dreams
A city torn by mischief
Your fantasies still buried
I am the god of sick dreams

This is how ends
Every night is the same
We awake to get sentenced
And a choice must be made
Will you succumb to excruciating pain?
Or will you try to escape?
Doesn’t matter, you’re fucked either way

I am the god of sick dreams
A city torn by mischief
Your fantasies still buried
I am the god of sick dreams

Dio dei sogni malati

Salva il bambino
Lasciami morire

Nessuna fuga e nessuno se ne frega
Fulmine viola, forme sferiche
Il corpo teme ciò che la mente crea
Ci nuoto attraverso
Non mi sveglio se non dormi
Le dita cercano cuciture strappate
Le labbra formano forme di urla silenziose
Ci nuoto attraverso

Sono il dio dei sogni malati
Una città lacerata dalla malizia
Le tue fantasie sono ancora sepolte
Sono il dio dei sogni malati

Forma orribile
A mia immagine

Nessuna fuga e nessuno se ne frega
Fulmine viola, forme sferiche
Il corpo teme ciò che la mente crea
Ci nuoto attraverso
Non mi sveglio se non dormi
Le dita cercano cuciture strappate
Le labbra formano forme di urla silenziose
Ci nuoto attraverso

Sono il dio dei sogni malati
Una città lacerata dalla malizia
Le tue fantasie sono ancora sepolte
Sono il dio dei sogni malati

Ecco come finisce
Ogni notte è uguale
Ci svegliamo per essere condannati
e una scelta deve essere fatta
Ti arrenderai al dolore lancinante?
O proverai a fuggire?
Non importa, sei fottuto in entrambi i casi!

Sono il dio dei sogni malati
Una città lacerata dalla malizia
Le tue fantasie sono ancora sepolte
Sono il dio dei sogni malati

Ti potrebbe interessare anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *