Sad man’s tongue – Volbeat

Sad man’s tongue (La lingua di un uomo triste) è la traccia numero cinque del secondo album dei Volbeat, Rock the Rebel/Metal the Devil, pubblicato il 26 febbraio del 2007. [♫ video ufficiale ♫]

Formazione Volbeat (2007)

  • Michael Poulsen – voce, chitarra
  • Franz Gottschalk – chitarra
  • Anders Kjølholm – basso
  • Jon Larsen – batteria

Traduzione Sad man’s tongue – Volbeat

Testo tradotto di Sad man’s tongue (Poulsen) dei Volbeat [Mascot Records]

Sad man’s tongue

Well my mama told me,
“Son you better watch out
All those nasty women
gonna rip you dime for dime”

But I got my pocket full of real tales,
and a broken guitar mode, guitar mode
And the story keep on rollin’ out
from a sad man’s tongue

Left my mama and papa’s nest
I got the rebel fever rambling my bones
Papa said, “My boy, take your
Johnny Cash vinyls and go.”

Well I got my pocket full of real tales,
and a broken guitar mode, guitar mode
And the story keep on rollin’ out
from a sad man’s tongue

Strollin’ down the highway
with Uncle Sam roaring,
“Rebel kid get your ass home
Your ass belongs to me
Leave your Johnny Cash songs
and get home.”

But I got my pocket full of real tales,
and a broken guitar mode, guitar mode
And the story keep on rollin’ out
from a sad man’s tongue

Singing in the cell 1.40.9.5
No way should I wear guns,
I’m sitting my time

Left 1.40.9.5 with plenty rock’n’roll songs
painting the road
Education sucks,
so I sing my song for you

But I got my pocket full of real tales
And a broken guitar mode, guitar mode
And the story keep on rollin’ out
from a sad man’s tongue

La lingua di un uomo triste

Bene mia mamma mi ha detto
“Figliolo meglio se stai attento
Tutte quelle donne cattive
ti strapperanno centesimo dopo centesimo”

Ma avevo la mia tasca piena di storie vere
e un suono da chitarra rotta
e la storia continua ad uscire
dalla lingua di un uomo triste

Ho lasciato casa di mamma e papà
Avevo una febbre ribelle nelle ossa
Papà diceva “Ragazzo mio, prendi
i tuoi dischi di Johnny Cash e vai”

Ma avevo la mia tasca piena di storie vere
e un suono da chitarra rotta
e la storia continua ad uscire
dalla lingua di un uomo triste

Andando a spasso per l’autostrada
con lo Zio Sam che ruggisce
“Ragazzi ribelli portate il culo a casa
il vostro culo mi appartiene
Lasciate le canzoni di Johnny Cash
e tornate a casa.”

Ma avevo la mia tasca piena di storie vere
e un suono da chitarra rotta
e la storia continua ad uscire
dalla lingua di un uomo triste

Cantando nella cella 1.40.9.5
In nessun modo dovrei portare delle armi
resterò seduto il mio tempo

Lascio la cella pieno di canzoni rock
che dipingono la strada
L’educazione fa schifo,
quindi canto la mia canzone per te

Ma avevo la mia tasca piena di storie vere
e un suono da chitarra rotta
e la storia continua ad uscire
dalla lingua di un uomo triste

Tags:, - Visto 10 volte

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un sito fatto col ♥ per amore del metal e hard rock! I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Si consiglia di utilizzare Firefox o Chrome. .