Disdain – ReVamp

In sickness ‘till death do us part – Disdain (Nella malattia sino a che morte ci separi – Disprezzo) è la traccia numero sette del primo omonimo album dei ReVamp, pubblicato il 26 maggio del 2010.

Formazione ReVamp (2010)

  • Floor Jansen – voce
  • Waldemar Sorychta – chitarra, basso
  • Arno Krabman – chitarra, basso
  • Koen Herfst – batteria
  • Joost van den Broek – tastiera, sintetizzatore, pianoforte

Traduzione Disdain – ReVamp

Testo tradotto di Disdain (Jansen, van den Broek, Sorychta) dei ReVamp [Nuclear Blast]

Disdain

I need someone to blame!
Feel contempt and betrayed,
I am losing myself,
my disdain takes control

Being useless is worst,
I can’t do shit!

Seeing your pain
It kills me
Losing you now,
I’m provoked
Useless I stand on the side
I would take your pain if I could

Is it God or the world,
is there someone to blame?
Is it fate or bad luck,
who is failing you now?

Infuriating how I’m forced
to remain calm
Disdain!!!

Your pain became like hell to me
Your death; sad way to set you free
Disdained

Aggravation before acceptance
Scorn and hatred; a natural defence
Deepest misery before salvation
Godless suffering before redemption

Now my nightmare’s proclaimed
I’ve found no one to blame
It’s a cruel twist of life
Yet my rage
can’t be bound

Exasperating how trivial we really are

Disprezzo

Mi serve qualcuno a cui dare la colpa!
Mi sento offesa ed tradita,
Sto perdendo me stessa,
il mio disprezzo prende il controllo

Essere inutile è peggio,
non posso fare nulla!

Vedere il tuo dolore
Mi uccide
Perderti ora,
Sono provocata
Inutile sto al fianco
Sopporterei il tuo dolore se potessi

È Dio o il mondo,
c’è qualcuno da incolpare?
È il destino o la sfortuna,
chi ti sta deludendo ora?

Infuriata come sono obbligata
va restare calma
Disprezzo!!!

Il tuo dolore diviene come inferno per me
La tua morte; triste modo per liberarti
Disprezzata

Aggravamento prima dell’accettazione
Derisione e odio; una difesa naturale
La più profonda infelicità prima della salvezza
Sofferenza senza dio prima della redenzione

Ora il mio incubo è stato proclamato
Non ho trovato alcuno a cui dare colpa
È una crudele piega della vita
Malgrado ciò la mia rabbia
non può essere confinata

Esasperante quanto triviali realmente siamo

* traduzione inviata da Alberto

Cosa ne pensi?
[Totale: 0 Media: 0]
Ti potrebbe interessare anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *